Il Natale in Spagna è una data di unione familiare, riposo e, per molti, un momento di riflessione. Questo periodo dell'anno è una delle principali celebrazioni della cristianità e si celebra ogni 25 dicembre per commemorare la nascita di Gesù.

Di seguito hai un indice con tutti i punti che tratteremo in questo articolo.

Indice degli articoli

Quali sono le usanze tipiche quando si celebra il Natale in Spagna?

Decorazione e tradizioni

A metà novembre, la vicinanza delle vacanze di Natale in Spagna con il cosiddetto Campagna natalizia nel settore del commercio.



Centri commerciali, vetrine e strade cittadine sono addobbati con luci e addobbi natalizi di ogni genere. I negozi sono pieni di giocattoli e regali, che offrono offerte natalizie sin dal primo momento.

Bar e ristoranti diventano anche un luogo di incontro per amici e colleghi nella tradizione cene aziendali.

Tutto questo è accompagnato dall'avvio ufficiale del inverno in Spagna, la cui data di inizio è il 21 dicembre. In sintesi, le tradizioni natalizie spagnole, fatta eccezione per una serie di peculiarità elencate di seguito, sono simili a quelle del resto d'Europa in relazione al pranzo di Natale, ricongiungimento familiare e regali.

Qual è forse l'elemento decorativo che più caratterizza il Natale in Spagna è, senza dubbio, il portale di betlemme, rappresentazione della nascita di Gesù Cristo, usanza della religione cattolica.

Insieme al tipico albero di Natale, il presepe è montato nelle case, nei negozi, nelle chiese e persino nelle strade, dove sono stati visti presepi con personaggi a grandezza naturale e persino persone e animali reali.

In ogni presepe non può mancare come parte principale il bambino Gesù con la Vergine Maria e San Giuseppe in una mangiatoia. Tradizionalmente questa scena è accompagnata da due animali fondamentali: il mulo e il bue.

Se vuoi espandere, puoi includere rappresentazioni dei Tre Re Magi che arrivano al portale o dei pastori riuniti per adorare il neonato.

Oltre a questi personaggi, ce ne sono altri come i famosi Caganer in Catalogna, una figura che mostra un contadino che si solleva vicino al portale, o il castañera en Madrid.

Un altro elemento decorativo molto tipico del Natale in Spagna è quello comunemente chiamato pianta di nataleil cui vero nome è poinsettia o poinsettia.

La poisentia è diventata un elemento rappresentativo del Natale per il colore rosso intenso delle sue foglie. Possiamo trovarlo nelle case e nelle aziende di tutta la città.

Questa pianta è diventata anche un regalo di Natale molto comune. È di origine messicana e può durare diversi anni, anche se nella maggior parte delle case spagnole si deteriora dopo la fioritura natalizia.

Nei villaggi esiste ancora l'usanza tra i figli di chiedi il bonus, che consiste nell'andare di casa in casa cantando canti natalizi in cambio di un regalo, dolci, caramelle o solo qualche moneta.

Alcuni bambini possono essere accompagnati da tamburelli o zambomba (noto a Murcia come pandorgas), strumenti natalizi molto tipici del Natale in Spagna.

Lotteria di Natale Draw

Un'altra tradizione natalizia in Spagna è l'estrazione di Natale straordinaria o lotteria natalizia che si svolge il 22 dicembre dalle 9:15 a.m. Questa lotteria è stata effettuata dal 1812, quando si è svolta a Cadice, e, per molti spagnoli, è l'attività che inizia il Natale in Spagna.

L'estrazione si tiene presso la Lotteria di Stato e la Sala scommesse, a Madrid e il premio di valore più alto è noto come El Gordo. Sebbene l'estrazione avvenga a dicembre, i biglietti della lotteria possono essere acquistati nelle diverse amministrazioni a partire dal mese di luglio e il prezzo è di € 20 per ogni biglietto.

Con l'avvicinarsi del mese di novembre e durante lo stesso periodo natalizio, nelle amministrazioni della lotteria delle diverse città e paesi della Spagna si creano solitamente file di persone in attesa di acquistare il biglietto.

Qual è forse la più famosa amministrazione della lotteria in tutto il paese e uno dei simboli più rappresentativi della Comunità di Madrid è Signora Manolita, situato in Calle del Carmen a Madrid.



Fondata nel 1904 in Calle San Bernardo, Doña Manolita riceve ogni anno centinaia di cittadini disposti ad acquistare uno o più biglietti della lotteria presso la sua struttura. Ogni anno in questa amministrazione vengono venduti più di 65 milioni di decimi.

Vigilia di Natale e Natale in Spagna

La cena della vigilia di Natale in Spagna si svolge ogni 24 dicembre. Questa cena, prima del giorno di Natale, costituisce un rito di tutta la famiglia e viene solitamente celebrata nelle case degli spagnoli con tutta la famiglia.

Anche se i piatti variano a seconda della famiglia e di ogni zona della Spagna, c'è qualcosa che è sempre vero: è una cena molto abbondante, in cui sono presenti gli antipasti, il secondo, il dolce e, infine, una grande varietà di dolci, tra cui torrone e marzapane.

Per quanto riguarda gli antipasti, gamberi e gamberi sono un piatto che solitamente non manca. Il piatto principale è solitamente un po 'di carne, dall'agnello al maialino da latte e persino il tacchino ripieno.

Inoltre, è tradizione che quella sera il Re di Spagna pronunci un discorso rivolto a tutti gli spagnoli, che va in onda in televisione. Nel questo link Potete leggere il discorso di Sua Maestà il Re Filippo VI dell'anno 2014.

Il giorno dopo la cena della vigilia di Natale, cioè il Dicembre 25, si celebra il giorno di Natale. In questo giorno è comune continuare con riunioni e pranzi in famiglia, il più comune è il famoso pranzo di Natale a mezzogiorno.

Sebbene la cosa normale in Spagna sia fare regali nel Giorno dei Tre Re, è sempre più comune tra molte famiglie farli in questo giorno, in cui la figura di Babbo Natale o Babbo Natale è resa rappresentativa dall'influenza della cultura anglosassone.

Capodanno e Capodanno

Dopo il 25 dicembre, la Spagna continua con un'atmosfera natalizia fino all'arrivo del 31 dicembre e il Vigilia, Conosciuto anche come Vigilia di Capodanno o Vigilia di Capodanno.

Questa sera l'anno si saluta con fuochi d'artificio, feste, festeggiamenti e le tipiche dodici campane che si accompagnano ai famosi dodici grappoli fortunati. L'usanza delle dodici uve ha origine nel 1909 ed è considerata un rito per entrare con fortuna nel nuovo anno.

Anche se, come alla vigilia di Natale, la stragrande maggioranza delle famiglie si incontra di nuovo a casa per cena, molti familiari o gruppi di amici decidono di affittare una casa rurale o di fare una vacanza a Madrid o in qualche altra città centrale della Spagna.

Dopo dodici squilli, la famiglia e gli amici si congratulano a vicenda per il nuovo anno, di persona o tramite messaggio o telefonata. Le campane vengono trasmesse ogni anno da vari canali televisivi dalla Puerta del Sol di Madrid.

Epifania

Infine, le celebrazioni terminano il 6 gennaio, con il Three Kings Day. Questa giornata è dedicata principalmente ai più piccoli, da quel giorno ricevono i regali tanto attesi durante le festività natalizie.

Un giorno prima del giorno di festa si può vedere per le strade la popolare Cavalcata dei Magi, momento in cui i bambini ne approfittano per salutarli e consegnare la loro lettera con l'elenco dei doni che desiderano ricevere.

Successivamente i bambini si addormentano e il giorno dopo trovano sotto l'albero di Natale i doni che hanno portato loro i tre Magi (Melchiorre, Gaspare e Baldassarre).

Il dolce tipico di questa giornata è Roscón de Reyes, torta che porta frutta secca a forma di pietre preziose che ornavano le vesti dei Magi.

Tutti lo mangiano con l'illusione di trovare una delle due sorprese che nasconde dentro e di essere ben incoronato da re, o, al contrario, destinato a pagare il roscón l'anno successivo.

La prima sorpresa è una figura in miniatura di un tipico personaggio natalizio spagnolo. Il secondo, invece, è costituito da un fagiolo essiccato che, secondo la tradizione, porta sfortuna a chi lo incontra.

Questo articolo è stato condiviso 472 volte. Abbiamo impiegato molte ore a raccogliere queste informazioni. Se ti è piaciuto condividilo, per favore: