Le prime civiltà che si sono sviluppate in ogni parte del mondo sono diverse e hanno progettato i propri sistemi politici e sociali. Mentre in Europa si conoscono i Greci e i Romani, in America spiccano altri come i Maya e gli Inca.

In questo articolo, puoi conoscere i tipi di civiltà antiche e quali erano le più importanti in ciascuna area. Li troverete divisi per i paesi che attualmente occupano il territorio in cui hanno iniziato a formarsi, sebbene a quel tempo questi Stati non esistessero ancora.

Di seguito hai un indice con tutti i punti che tratteremo in questo articolo.

Indice degli articoli

Antiche civiltà del mondo: dall'Europa all'America

Tipi di civiltà

Esistono diversi termini per definire le prime civiltà della storia. In primo luogo, i villaggi idraulici erano quelli che si sviluppavano lungo un fiume o un mare. C'erano due tipi:



Fluviale
Sono stati i primi ad emergere e lo hanno fatto sulle rive dei fiumi. Hanno costruito opere (es. Canali) che hanno permesso loro di utilizzare meglio questa risorsa. Due di loro erano gli egiziani, sul Nilo, e i mesopotamici, tra il Tigri e l'Eufrate. Sono anche conosciuti come civiltà agricole, poiché questa era l'attività di base della sua economia.
marittimo
Sono cresciuti in riva al mare, il che ha permesso loro di commerciare con altre culture. Alcuni dei più importanti apparvero nel Mediterraneo, come i Greci.

Allo stesso modo, ci sono altre espressioni legate alle antiche civiltà che è importante conoscere:

Bestiame
quelle culture che, oltre all'agricoltura, davano un ruolo importante anche all'allevamento.
Urbanas
civiltà che hanno creato grandi insediamenti, che hanno portato a una maggiore diversificazione del lavoro e uno sviluppo del governo e dell'amministrazione.
Warriors
culture che hanno preso la guerra come parte della vita, quindi era presente nella religione e nella lingua.

Europa

La storia attuale dell'Europa non può essere compresa senza quella dei grandi imperi del passato, tra cui spiccano quello greco e quello romano, che vennero a conquistare molti popoli e culture.

Grecia

L'antica civiltà greca si è sviluppata dal XII secolo a.C. al 146 a.C. Comprendeva i territori meridionali della penisola balcanica, le isole dell'Egeo e del Mar Ionio e la costa occidentale dell'Asia Minore.

A causa del rilievo, non si formò come un impero unito, ma era composto da città-stato indipendenti, tra le quali ci furono diverse guerre. Tra le più importanti ci sono Atene, Sparta e Tebe.

La sua storia può essere suddivisa in quattro diversi periodi, che sono i seguenti:

Tempi bui
della s. Dal XII a.C. all'VIII a.C. Non ci sono quasi resoconti di questo periodo, quindi è difficile sapere cosa sia successo. È iniziato con la distruzione della civiltà micenea, che in precedenza occupava quest'area.
Epoca arcaica
della s. Dall'VIII a.C. al VI a.C. All'inizio di questo periodo, Omero scrisse le due più famose opere greche: L'Iliade y L'odissea. Erano considerati veri resoconti storici.
Tempo classico
della s. V. aC al IV aC Età di massimo splendore, detta anche Età d'oro di Atene. C'è un grande sviluppo culturale, poiché sono emersi importanti autori di teatro come Sofocle e Aristofane. Furono costruiti grandi edifici come il Partenone. In questo secolo avvennero anche le Guerre Mediche, in cui i Greci sconfissero i Persiani.
Epoca ellenistica
della s. IV aC al I aC Ultimo periodo, che inizia con la morte del governatore Alessandro Magno. È nell'anno 146 a.C. quando i romani conquistano la Grecia, annessa al loro impero.

La lingua parlata in questa civiltà era il greco, che aveva dialetti diversi a seconda della zona. Questa lingua era caratterizzata dall'avere tre generi (maschile, femminile e neutro) e tre numeri (singolare, duale e plurale).

I Greci costruirono imponenti edifici e monumenti. Tra tutti spicca il Partenone, sull'Acropoli di Atene. Fu costruita nel V secolo aC È composta da otto colonne frontali e 17 colonne laterali, ciascuna delle quali misura 10,93 metri di altezza. È un tempio dedicato alla dea Atena.

Avevano un religione politeista. Si credeva che gli dei fossero antropomorfi, cioè avessero una forma umana. Inoltre, adoravano i fenomeni della natura. Secondo i greci, gli dei vivevano in cima all'Olimpo, una montagna situata tra la Tessaglia e la Macedonia alta 2.919 metri.

Tra tutte le divinità, Zeus era il più importante, poiché era considerato il padre di tutti gli dei e le persone, nonché il dio del cielo e del tuono. Sua moglie e sua sorella si chiamavano Hera.

Italia

La più grande cultura che si è sviluppata in Italia è stata quella dell'Antico Roma. Arrivò a comprendere l'Europa meridionale e occidentale (inclusa la Gran Bretagna), l'Asia occidentale e l'Africa settentrionale. Secondo la leggenda, è stata fondata da Romolo e Remo nel 753 a.C.

Fino al 509 a.C. rimase una monarchia. In esso, il re era eletto dal senato, un gruppo di anziani. L'ultimo monarca era Lucio Tarquinio l'orgoglioso.

Successivamente fu istituita la Repubblica Romana, governata da un sistema di consoli. In questo periodo furono conquistate la Sicilia, l'Iberia, la Macedonia e l'Impero Seleucide (Vicino Oriente). Nel I secolo a.C. iniziarono a verificarsi diverse rivolte e guerre civili.

È nell'anno 29 a.C. quando il Impero romano. Il primo imperatore fu Cesare Augusto, che visse il periodo di massima gloria. Altri importanti imperatori furono Traiano, Adriano e Marco Aurelio.

L'imperatore Teodosio divise il territorio in due nel 395 dC L'impero d'Oriente terminò nel 476, mentre quello d'Occidente durò fino al 1453, quando avvenne la caduta di Costantinopoli.

La società romana era gerarchica. In cima c'erano i patrizi e, dietro di loro, i cavalieri. I popolani erano la larghezza della popolazione, la parte povera. Gli schiavi, che erano prigionieri di guerra, non avevano diritti.

La lingua parlata era il latino, da cui provengono alcune lingue come lo spagnolo, il francese o l'italiano. Per quanto riguarda la religione, adottarono quella dell'antica Grecia, ma ribattezzarono gli dei. Ad esempio, Zeus divenne Giove.

Il resto delle religioni furono perseguitate fino a quando, nell'anno 313, l'imperatore Costantino I stabilì il cristianesimo come religione ufficiale dell'impero.

Spagna

Fino all'arrivo dei Celti nel IX secolo a.C., diversi popoli, i cosiddetti iberici, si diffusero in Spagna. I Celti hanno la loro origine nelle Alpi e si stabilirono nel nord e nel centro del paese, così come in Francia.

Si sono mescolati con gli iberici, dando origine al Celtiberiani. D'altra parte, il popolo basco non ha subito alcuna invasione, quindi è rimasto non mescolato.

Nel 1104 a.C. arrivarono i Fenici, che fondarono alcune città che rimangono oggi, come Huelva, Cadice e Malaga. A loro successero i Greci, che si stabilirono principalmente nell'area della Catalogna.

È nel XNUMX ° secolo aC quando i Cartaginesi fondarono Cartagena. Poco dopo le guerre con Roma. Alla fine, i romani li sconfissero e conquistarono l'intero territorio, che fu ribattezzato Hispania.

L'Hispania subì un processo di romanizzazione in cui adottò l'intera cultura di questa città: il latino sostituì le altre lingue, l'agricoltura e l'allevamento furono modernizzati, fu tessuta un'importante rete urbana, ecc.

Dopo questi, i Visigoti arrivarono nel 406 d.C., che rimasero fino al 711, quando iniziò il periodo musulmano e consolidarono al-Andalus. Nel 1492, questo impero scomparve dopo la riconquista cristiana.

America

La maggior parte delle importanti civiltà d'America avvenne prima della conquista da parte degli spagnoli del territorio, dopo la scoperta di Colombo nel 1492.

Messico

I Maya erano una delle grandi civiltà mesoamericane precolombiane. Vivevano nel Messico meridionale e in alcuni paesi dell'America centrale come il Guatemala, il Belize e Honduras. La sua storia ha avuto una continuità di circa 3.000 anni e può essere suddivisa in tre parti:

Periodo Preclassico
dal 1800 aC al 250 aC Detto anche Periodo Agricolo, poiché la sua attività principale era la coltivazione di alimenti come mais, fagioli e zucca.
Periodo classico
250 aC al 900 dC La vita dei Maya ruotava attorno alla religione. Furono sviluppate in totale 40 città, tra cui Tikal, che raggiunse i 40.000 abitanti, e Copán, in cui si studiava l'astronomia e si formava il calendario di 365 giorni.
Periodo postclassico
dal 950 al 1524. Le città ed i centri religiosi furono abbandonati e vi fu un intenso periodo di migrazione. Hanno avuto luogo diversi confronti. I restanti insediamenti terminarono dopo la conquista dei coloni.

Secondo la religione Maya, il mondo era stato creato cinque volte e quattro distrutti. Credevano che il paradiso fosse riservato alle persone che venivano sacrificate, assassinate o uccise durante l'infanzia. Gli altri stavano andando all'inferno, noto come Xibalba.

Numerosi templi a forma di piramide furono costruiti in onore degli dei. Questi erano gestiti da sacerdoti, componenti della classe superiore della società. In essi venivano fatte offerte agli dei che includevano sacrifici umani.

Un'altra cultura mesoamericana era quella degli Aztechi, che si stabilirono nel Messico centrale tra il XIV e il XVI secolo. Era una società politeista e divisa in tre livelli: schiavi, popolani e nobili.

Perù e Bolivia

Le antiche civiltà andine sono quelle società precolombiane che abitavano questa zona dal 4000 a.C. L'ultima di tutte fu la inca, che andava dal XV secolo d.C. al XVI secolo e occupava i territori di Perù, Bolivia, Argentina, Cile, Colombia ed Ecuador.



Questo impero aveva un totale di dodici milioni di abitanti. L'Inca era il suo sovrano, una specie di re. L'intero territorio era conosciuto come Tahuantinsuyo, Significato quattro stati. La capitale era Cuzco.

Nel 1540 questa società terminò a causa della conquista del Perù da parte degli spagnoli. Tuttavia, c'erano alcune aree che resistettero fino al 1572.

La sua economia era basata sull'agricoltura, che ebbe numerosi progressi come la coltivazione a terrazze. Inoltre, hanno condotto un branco di lama e alpaca.

Il resto più famoso degli Incas è Machu Picchu, una popolazione di cui ci sono due ipotesi: che fosse un santuario religioso o la residenza di riposo di uno dei governatori.

Asia

In Asia troviamo un'importante confluenza di civiltà e dinastie che combatterono tra loro per dominare il territorio. Alcuni di questi esistono da migliaia di anni:

Siria e Iraq

Una parte del territorio occupato dalla Siria e dall'Iraq è conosciuta come Mesopotamia, che è l'area geografica che si trova tra i fiumi Tigri ed Eufrate.

Una delle prime civiltà in questa zona è stata la babilonese, che è successiva a quella dei Sumeri. Iniziò intorno al 1800 a.C. e stabilì la sua capitale a Babilonia.

Il re più importante fu Hammurabi, che governò tra il 1790 e il 1750 aC In questo periodo, l'impero babilonese passò dall'essere un piccolo regno all'occupazione di tutta la Mesopotamia.

Un altro dei progressi di questo re è stato il codice di Hammurabi, il primo codice di leggi scritto nella storia. Dopo la sua morte, il regno era in declino.

Nel 1500 a.C. l'impero fu distrutto dagli Ittiti. Tuttavia, un secolo dopo, Babilonia riemerse di nuovo, quando i Casitas conquistarono la città. Altre dinastie che si succedettero furono l'Assiro e il Caldeo. Babilonia fu conquistata dai Persiani nel 539 a.C.

Cina

Nella storia della Cina troviamo numerose dinastie. Il primo fu lo Xia, tra il 2070 aC e il 1600 aC Dopo questi vennero altri come gli Shang o gli Zhou. In questo momento è noto come l'era antica.

L'età imperiale inizia nel 221 a.C. con il Dinastia Qin, in cui iniziò la figura dell'imperatore. Dal nome di Qin derivare la parola corrente per nominare il paese, Cina.

Durante questo periodo, il paese è stato unificato per la prima volta. La pratica che spiccava era conosciuta come legalismo. Con esso, meno potere è stato dato all'aristocrazia e più libertà ai contadini.

Tuttavia, la scuola e i libri furono vietati e si verificò un grande incendio di questi. In questo modo, le persone furono tenute a bada e si ottenne una forza militare significativa. Durante questi anni, le parti della Grande Muraglia cinese che erano state separate furono unite.

Dopo una ribellione, nel 206 a.C. fu istituita la dinastia Han, con la quale furono rievocati la scuola ei libri.

India

Una delle parti più importanti dell'antica cronologia indiana era quella dell'Impero Gupta. Durò tra il 320 e il 550 d.C., periodo noto anche come l'età d'oro.

Nei 500 anni precedenti, il territorio era stato costituito da piccoli regni indipendenti. Con l'inizio di questo impero, sotto il comando di Chandragupta, ebbe luogo un'importante espansione territoriale.

Questi anni sono caratterizzati dallo sviluppo di arte, architettura, scienza, religione e filosofia. Inoltre, non c'era quasi nessun crimine e criminalità e furono costruiti grandi monumenti e nuove città.

La società seguiva una dieta vegetariana e rifiutava le bevande alcoliche. Le religioni buddista e indù convissero senza problemi. Inoltre, un importante commercio sia interni che esterni.

Dopo la morte del governatore Skandagupta nel 467, iniziarono i conflitti interni. Infine, a causa degli attacchi degli Unni, l'impero declinò.

Africa

Una delle civiltà antiche più conosciute della storia si è verificata in Africa: la egiziano. Si è sviluppato per circa 3.000 anni, dal 3000 aC al 30 aC Ha occupato il sud-est del continente, in particolare intorno al Nilo.

Questo fiume era piuttosto importante per gli egiziani, poiché da esso dipendeva che potessero produrre cibo ogni anno: le piene del Nilo permettevano alla terra di essere fertile e, quindi, di avere agricoltura.

Avevano una religione politeista e grandi templi furono eretti in onore degli dei. Si è pensato che il file Faraone Era stato scelto dalle divinità, quindi era considerato una specie di dio sulla terra.

La società era piramidale e c'erano tre livelli di base:

Classe superiore
formato dalla famiglia reale, i sacerdoti, gli scribi e il resto degli uffici pubblici.
Classe media
in essa c'erano i mercanti, i medici e gli artigiani.
Classe inferiore
da una parte c'erano i contadini, che lavoravano in cambio di cibo e vestiario; e dall'altro schiavi, prigionieri di guerra senza libertà.

Se sei interessato alla storia di questa civiltà, puoi approfondirla visitando il seguente articolo: La civiltà egizia: ubicazione, organizzazione e caratteristiche.

Oceania

Uno degli imperi più importanti in Oceania fu quello di Tu'i Tonga, che iniziò nel 950 d.C. ed era presente fino al XIX secolo. Il suo centro era l'isola di Tongatapu, a Tonga.

Il suo primo imperatore fu 'Aho'eitu, che riuscì a liberare Tonga, un arcipelago con 36 isole abitate, dal potere dell'isola di Fiji. Successivamente, l'impero si espanse fino a conquistare la Polinesia occidentale e centrale e parte della Melanesia e della Micronesia.

In totale, hanno preso il controllo tre milioni chilometri quadrati. Inoltre, tutti i territori subordinati dovevano pagare un tributo. Questo successo fu dovuto alla potenza del suo esercito navale, che navigava su canoe a vele quadrate.

Il potere iniziò a cadere a causa di guerre e conflitti interni, nonché della rivolta di alcuni dei popoli dominati.

Questo articolo è stato condiviso 52 volte. Abbiamo impiegato molte ore a raccogliere queste informazioni. Se ti è piaciuto condividilo, per favore: