In Portogallo ci sono le città più pittoresche, con un ampio patrimonio culturale e una lunga tradizione storica. Se vuoi conoscere la posizione esatta dei diversi distretti e città del Portogallo, ti consigliamo di visitare l'articolo Mappe del Portogallo. Qui troverai le 15 città più consigliate ai turisti in ordine alfabetico. Quali sono le città più belle del Portogallo?

1. Algarve

Algarve, nome che deriva dall'arabo al-Garb, è la regione che si trova nel sud del Portogallo, nel distretto di Faro.

Con una superficie di 4960 km² e quasi 500.000 abitanti, è la regione più turistica del Portogallo, soprattutto per la qualità e la bellezza delle sue spiagge, ma anche per le opportunità turistiche che vi si trovano:

  • Turismo balneare
  • Turismo di montagna
  • Turismo cittadino

Da un lato spicca la Sierra de Monchique, dove il Pico da Foia e della Estuario di Fromosa, in cui si trova una grande riserva naturale di 170 km² e che costituisce l'habitat di centinaia di specie di uccelli.

Per quanto riguarda la costa dell'Algarve, vale la pena evidenziare il Praia Da Rocha (in spagnolo, Spiaggia della roccia), che è la spiaggia principale della città di Portimão. Questa spiaggia è diventata un centro turistico in Portogallo già nel XNUMX ° secolo, quando il profilo turistico che è venuto erano principalmente famiglie con bambini.

Al giorno d'oggi, però, ci sono visitatori di ogni tipo, dalle famiglie ai giovani e anche agli anziani, tutti provenienti dalla Spagna o dall'Europa, soprattutto dal Regno Unito. È anche uno dei principali destinazioni per single.

2. Almada

La città di Almada appartiene Distretto di Setúbal, nella regione di Lisbona. È la sesta città con il maggior numero di abitanti del Portogallo e una delle più visitate del paese. Senza dubbio in questa città c'è molto da vedere, ma spiccano soprattutto due monumenti straordinari: da un lato, la statua del Cristo Rei e, dall'altro, il Ponte 25 de Abril o Ponte Salazar.

El Monumento Nazionale Cristo Rei e Cruz Alta è, infatti, una copia del Cristo Redentore situata a Rio de Janeiro, in Brasile, alta circa 100 m. È una statua in cui si vede Gesù Cristo con le braccia incrociate, in un modo che allude ai quattro punti cardinali.

L'interno di questo monumento è accessibile tramite un ascensore su uno dei percorsi guidati a disposizione dei turisti. In questo percorso vengono spiegate informazioni rilevanti, come il motivo per cui è una copia del Cristo Redentore brasiliano e altre informazioni di interesse.

Inoltre, l' Ponte 25 de Abril (Ponte 25 aprile in spagnolo) o Puente Salazar è costituito da un gigantesco ponte sospeso in acciaio che ricorda in gran parte il Golden Gate di San Francisco (USA).

Attraversa l'estuario del fiume Tago nell'area metropolitana di Lisbona. La denominazione Ponte di Salazar È perché la sua costruzione si deve ad António de Oliveira Salazar, capo del governo portoghese nel periodo dal 1932 al 1968. Attualmente, questo ponte è una delle grandi icone rappresentative del paese.

3. Aveiro

Aveiro è una città appartenente al distretto omonimo e situata nella regione centrale del Portogallo, nonché nella sottoregione Baixo Vouga, 55 km a nord di Coimbra.

È popolarmente noto come La Venezia del Portogallo, per via dei tanti canali che attraversano il cuore della città, rendendola così una città molto attraente per i turisti di tutto il mondo.

Oltre ai canali, un altro punto di interesse è il centro storico di Beira Mar, dove si possono vedere le case tradizionali di questa zona e i magazzini del sale dell'estuario di Aveiro.

Allo stesso modo, in ogni visita ad Aveiro non posso mancare una visita alla spiaggia Costa Nova do Prado, Conosciuto come Costa Nova, situato sulla riva dell'estuario di Aveiro.

Questa zona è conosciuta soprattutto per i famosi palheiros, che sono alcune allegre case quotate che un tempo venivano utilizzate dai pescatori per riporre le reti e finirono per diventare abitazioni come tali.

Le case si distinguono per la loro facciata, costituita da strisce di colori verdi, rossi o blu su fondo bianco, in modo che insieme costituiscono un paesaggio uniforme.

Sul Paseo de Costa Nova puoi trovare di tutto: ristoranti di pesce, ristoranti, negozi di souvenir, pasticcerie, gelaterie e un lungo eccetera. Nelle pasticcerie è tradizione assaggiare il famoso budella, alcuni dolci tipici di questa regione.

4. Batalha

Batalha costituisce ciò che è noto in Portogallo come città, cioè una popolazione di dimensioni intermedie non piccola come a aldeia (villaggio) non grande come un file città (ciudad). Appartiene al distretto di Leiria e ha un'ampia offerta in termini di turismo montano, oltre a numerosi monumenti da visitare.

Evidenziano il Grutas da Moeda, situata a São Mamede, parrocchia di São Mamede, scoperti nel 1971 e sono una delle mete preferite dagli esploratori e dagli appassionati di arrampicata di tutto il mondo.

Ospita il Sala del pastore, ricca di formazioni calcaree. I nomi delle stanze sono dovuti alle immagini che ognuna suggerisce dalla forma che le rocce hanno acquisito nel tempo; quindi, sono chiamati: Prepio, Cascata, vergine, Cupola di Vermelha, ecc.

In totale l'estensione visitabile delle grotte è di 350 m con una profondità di 45 me una temperatura media di 18 ° C. Altre destinazioni appartenenti al patrimonio culturale di Batalha sono:

  • Buraco rotto
  • Pia da Ovelha
  • Maciço Calcário Estremenho
  • Scarpata di Falha do Reguengo do Fetal

Uno dei monumenti più importanti di questo città è il Convento di Santa Maria da Vitória, Meglio conosciuto come Monastero di Batalha.

È uno dei migliori esempi di architettura tardo gotica in Portogallo mescolata con lo stile manuelino.

Il monastero attira l'attenzione per la varietà di frontoni, pinnacoli, contrafforti e guglie che si trovano sulla sua facciata, che lo rende un simbolo di orgoglio nazionale.

5. Cascais

Cascais (Cascais in portoghese) è un altro villaggio portoghese appartenente al distretto di Lisbona, nella Grande Lisbona. Da un lato, il baia sabbiosa situato sulla costa dell'Oceano Atlantico a circa 25 km a ovest di Lisbona.

Allo stesso modo, la città stessa ti invita a camminare, poiché la maggior parte delle sue strade ha i famosi ciottoli portoghesi. Il comune è diviso in sei parrocchie: Alcabideche, Carcavelos, Cascaes, Estoril, Parede e São Domingos de Rana.

A Cascais è il famoso Boca do inferno, sulla costa di Estoril, molto vicino al centro urbano.

La Boca del Infierno è una tappa obbligatoria quando lasci questa città per visitare Cabo da Roca. È un luogo ricco di rocce calcaree che, a causa del costante urto delle onde, hanno aperto nei secoli varie aperture tra le rocce.

Secondo la leggenda, ogni volta che un'onda colpisce gli scogli, si possono sentire le urla del demone infuriato dal colpo, da cui il nome di Boca do inferno. Ci sono altre leggende popolari su questo luogo, che gli conferiscono un grande mistero.

Il colore rossastro delle rocce contrasta con il verde bluastro del mare e il verde che si adagia sugli scogli, creando così un paesaggio da osservare per diversi minuti. Inoltre, nella zona è il famoso ristorante Sea do Inferno dove vengono serviti frutti di mare e piatti di pesce tipici della cucina portoghese.

Va anche detto che Cascais è diventata una destinazione molto popolare tra gli appassionati di golf da tutto il mondo, così come altri sport come surf, vela, windsurf o kitesurf, tra gli altri.

La sua popolarità è dovuta principalmente al clima favorevole che prevale in questa regione, risultato della combinazione di un vento calmo e buone condizioni del mare. D'altra parte, il file Casinò di Estoril è uno dei più grandi d'Europa.

6. Coimbra

Coimbra (in portoghese, Coimbra) è la capitale del distretto di Coimbra, in Portogallo, situata al centro del paese. Con i suoi oltre 100.000 abitanti, Coimbra è caratterizzata da:

  • Strade strette
  • Archi medievali
  • scala
  • Patios

Inoltre, ha visto la nascita di un totale di sei re portoghesi e la prima Università del Portogallo (1537).

Tra i suoi edifici e monumenti più importanti, la città ha diverse strutture archeologiche risalenti all'epoca romana, tra cui il criptoportico e il Acquedotto romano.

Tutto ciò è dovuto al fatto che Coimbra è stata, durante il tardo Medioevo, il centro politico del Regno del Portogallo, diventando così un importante centro culturale. Tutti questi edifici storici sono stati dichiarati patrimonio mondiale dell'UNESCO nel 2013.

Tra le visite obbligatorie quando si visita Coimbra, oltre all'Università o Velha Universidade, a cui è possibile accedere da Porta Ferrea, destinazioni come:

  • Igreja de Santa Cruz o Chiesa di Santa Cruz, con la sua imponente facciata e le pareti piastrellate all'interno.
  • Cattedrale Vecchia (Sii Velha), che sembra una fortezza militare e risale all'anno 1162.
  • giardino botanico, il cui ingresso è gratuito.

Inoltre a maggio si svolge l'evento più importante dell'anno: Cosa stai facendo Fitas. Si tratta di un appuntamento tradizionale che è diventato più che un rito accademico, poiché dopo la festa si tiene una mega festa in cui non mancano nastri colorati rappresentanti le diverse facoltà dell'Università, oltre a diversi concerti primo livello.

7. Évora

Évora è la capitale dell'omonimo quartiere situato nel Regione dell'Alentejo. La città conta più di 45mila abitanti e fa parte della Rete delle città più antiche d'Europa.

Il centro storico spicca su tutte le attrattive turistiche che questa città offre, che è una delle più ricche in termini di monumenti del paese; tanto che gli è stato dato il soprannome di Città-Museo e il suo centro storico è stato dichiarato Patrimonio dell'Umanità dall'UNESCO.

Il paesaggio della regione di Évora è caratterizzato da un'altitudine media di 240 me un'ondulazione molto dolce, caratteristiche tipiche dell'intera superficie della grande pianura dell'Alentejo, nonché l'immagine conferita dalla vasta coltivazione di cereali, che comprende foreste di sughero e querce, vigneti, oliveti e risaie.

Le principali attrazioni di Évora includono il Vecchio Palazzo Arcivescovile, che ora è stato allestito come museo regionale dove sono visibili tesori archeologici come un polittico del XV secolo.

La Cattedrale di Évora ha anche un grande fascino agli occhi del turista, con il suo stile romantico misto a elementi gotici che ricordano in gran parte le cattedrali francesi medievali.

Altre attrazioni turistiche sono: il tempio romano di Diana, appartenente al I secolo, il Palacio das Cinco Quinas, situato accanto al tempio di Diana e caratterizzato dalle sue finestre in stile arabo, e Praça do Giraldo, tra gli altri.

Inoltre, è tradizione che durante il mese di luglio il famoso Festival di AgitÁgueda, con cui gli ombrelli multicolori vengono posti nelle strade in modo che sembri galleggiare.

8. Lagos

La città di Lagos appartiene al distretto di Faro, nella regione dell'Algarve, e conta attualmente 22.000 abitanti. È una città che è, allo stesso tempo, uno dei principali centri turistici e storici del Paese.

Dagli anni '60 il settore turistico è diventato l'attività economica più importante della città grazie alle sue spiagge, alla sua gastronomia e ai suoi patrimonio storico, così come la vasta gamma di luoghi di intrattenimento culturale e vita notturna che ha.

Innanzitutto, evidenzia il file Chiesa di San António, la cui facciata si distingue per la sua semplicità ed è dotata di diversi campanili. La sua costruzione risale al XVIII secolo.

Attira l'attenzione principalmente perché il paesaggio che offre all'esterno contrasta con il suo interno, che ha una decorazione molto elaborata ricoperta d'oro, così come piastrelle blu, bianche e oro, sculture in legno e vari dipinti barocchi del Maestro José Joaquim Raasquinho.

Un altro punto da non perdere in nessuna visita turistica a Lagos è il Ponta de Piedade. È un gruppo di scogliere la cui bellezza naturale parla da sé. Si trova a pochi chilometri dalla città e, inoltre, dispone di parcheggi per lasciare l'auto e da lì raggiungere a piedi la costa.

Se accediamo al punto più alto del file Cliffs, puoi vedere le viste incomparabili della costa, ma questa immagine è ancora più impressionante se abbiamo l'opportunità di scendere al molo e noleggiare una gita in barca.

Durante questa passeggiata il turista potrà osservare le grotte, gli archi e le grotte che il mare e il vento hanno scavato nelle rocce. Inoltre, le acque sono cristalline e blu turchese.

9. Lisbona

Lisbona è la capitale del Portogallo e, allo stesso tempo, la città più grande e ricca del paese e uno dei grandi centri culturali d'Europa. È anche l'ottava città più ambita al mondo per lo svolgimento di eventi e congressi internazionali, essendo passata per eventi come Expo '98, Euro 2004, MTV Europe Music Awards, Dakar Rally, ecc.

Inoltre, se visiti in estate, il turista può godere del feste popolari che si svolgono nei quartieri di Lisbona come Madragoa, Castelo, Mouraria e Alfama, tra gli altri.

Durante questi festeggiamenti le strade vengono addobbate con archi fioriti e gli abitanti allestiscono bancarelle che vendono sangria, vino, sarde arrosto e altri cibi tipici della città. Il periodo festivo culmina nella notte di San Antonio, la vigilia del 13 giugno, quando in Avenida da Liberdade si svolgono diverse sfilate e coreografie di gruppi tradizionali.

Per quanto riguarda i principali monumenti di Lisbona, l'architettura in stile medievale spicca in edifici come il Castello di São Jorge, il quartiere Alfama, la Cattedrale di Lisbona o il Convento del Carmo, tra gli altri. Nella zona di Belém sono presenti due elementi dichiarati Patrimonio dell'Umanità dall'UNESCO: da un lato, il Monastero di los jeronimos e, d'altra parte, il Torre di Belem.

Un altro degli elementi turistici più sorprendenti sono i tram gialli, senza dubbio una delle immagini più rappresentative di Lisbona. Il vantaggio di questo mezzo di trasporto è che con loro è possibile visitare praticamente l'intera città e, inoltre, sono un modo veloce per accedere ai principali punti di interesse.

10. Marvão

Marvão è un po ' città Portoghese con appena 600 abitanti e appartenente al distretto di Portalegre, nella regione dell'Alentejo. Limita a nord e ad est con la Spagna ea nord-ovest con Castelo de Vide.

È diviso in quattro parrocchie: Beirã, São Salvador da Aramenha, Santo António das Areias e Santa Maria de Marvão. Inoltre, è candidato a diventare patrimonio dell'umanità dall'UNESCO dal 2000.

Marvão è una città fortificata che sorge in cima a una collina. Insieme, forma un file frazione con pareti bianche e tetti arancioni che compongono un panorama molto suggestivo. Poiché in epoca romana era un punto strategico militare, si trova sul colle più alto per ottenere la migliore visuale dell'ambiente e delle montagne che lo circondano.

Senza dubbio l'elemento più caratteristico è il Castello di Marvão, situato nella parrocchia di Santa Maria de Marvão e, al suo interno, nel cosiddetto Parco Naturale della Sierra de San Mamede.

Il castello, eretto a 850 m sul livello del mare, racchiude tra le sue mura il borgo in stile medievale. È costituito da più mura rinforzate da torri che erano distribuite in strategiche linee difensive. Popolarmente, il castello è noto da secoli come Nido d'Aquila, perché in un altro tempo era il luogo in cui nidificava questo uccello.

11. Óbidos

Óbidos è un altro città Portoghese con un alto tasso turistico grazie al Castello di Óbidos. È borgo medievale Fa parte del Regione turistica occidentale e conta più di 3.000 abitanti.

Come Marvão, Óbidos è un'altra città fortificata, come suggerisce il nome, sin dal nome Óbidos Viene dal latino cittadina, che letteralmente significa città fortificata o ciudadela. Si trova a 75 km da Lisbona.

La sua strada principale è Rua Direita che conduce alla porta principale di Óbidos, decorata con suggestive piastrelle del XVIII secolo, e termina nella piazza principale o Praça de Santa Maria.

El Castello di Óbidos Risale al XII secolo e, grazie a vari scavi archeologici effettuati in questo luogo, si è scoperto che vi erano abitanti romani e, in seguito, divenne dominio dei Visigoti.

Le mura di questo castello sono alte 13 metri e sono fatte degli stessi ciottoli con cui è costruita la famosa pavimentazione portoghese delle strade.

Viste le origini di questo borgo, nel mese di luglio è annuale festa medievale in cui vengono ricreate varie epoche precedenti basate sulla musica medievale, donne vestite da streghe e uomini vestiti da cavalieri, opere teatrali, ecc.

12. Oporto

Porto (Porto in portoghese) è, dopo Lisbona, la seconda città più importante del Portogallo e ha più di 230.000 abitanti secondo i dati raccolti nel censimento del 2011. Divisa in 15 parrocchie, questa città confina con l'Oceano Atlantico a ovest, quindi ha diverse spiagge che si caratterizzano per la qualità delle loro acque.

Come molte altre città portoghesi, anche Porto fa parte dal 1996 del patrimonio mondiale dell'UNESCO. Ha diversi musei, tra cui la Casa della musica e la Fondazione Serralves d'arte contemporanea, di cui quest'ultimo è il museo più visitato del Portogallo.

Un'altra attrazione turistica culturale è la Torre Clérigos, progettata dall'architetto e pittore italiano Nicolau Nasoni nel 1731.

Porto è conosciuta come la città dei ponti, per l'ampiezza e la natura innovativa dei diversi ponti che ospita, come:

  • Ponte das Barcas, che è stato il primo ad essere costruito sul fiume Duero.
  • Ponte sospeso o Ponte D. Maria II, che fu costruito per stabilire un collegamento tra Gaia e Porto.
  • Ponte do Infante, che è stato costruito nel XIV secolo, essendo quindi il più recente.
  • Ponte Luiz I o Luis I. Bridge, che si caratterizza per essere diviso in due tavole.

13. Sagres

Sagres è una parrocchia portoghese appartenente al consiglio da Vila do Bispo. La sua fama è dovuta al fatto che, durante il XV secolo, fu la residenza dell'Infante de Portugal e primo duca di Viseu Don Enrique il Navigatore.

Fu uno dei protagonisti della scena politica in Portogallo durante la metà del XV secolo e grazie al quale iniziò in Portogallo l'era delle scoperte, culminata nella creazione della famosa scuola di Sagres per lo studio della navigazione e dell'astronomia. , anche se alcuni storici dubitano della sua vera esistenza.

Sagres è considerata da molti come la perfetta combinazione di spiaggia, relax, gastronomia e paesaggio. Le sue spiagge sono uno dei suoi punti di forza, tra cui spiccano tre in particolare:

  • Spiaggia di Mareta: si distingue per le sue acque trasparenti e calme.
  • Spiaggia di Beliche: si accede da una scalinata di 160 gradini abbastanza ripidi, dato che è una spiaggia abbastanza nascosta, ma è l'ideale se non si vuole circondarsi di molte persone.
  • Spiaggia di Tonel: famoso perché è possibile fare surf e si trova appena fuori dal centro abitato.

Inoltre, il Capo di San Vicente, la cui posizione è molto vicino a Sagres, è un'altra tappa obbligatoria in ogni viaggio a Sagres. In questo promontorio si possono trovare un'antica fortezza e un faro, entrambi visitabili, e da esso si possono apprezzare gli splendidi panorami offerti dal passaggio delle navi che transitano tra il Mar Mediterraneo e il nord Europa.

14. Sintra

Sintra è una città portoghese appartenente al distretto di Lisbona, patrimonio mondiale dell'UNESCO dal 1995. Questo comune è diviso in due grandi città:

  • Agualva-Cacem (più di 100.000 abitanti)
  • Queluz (con quasi 112.000 abitanti)

Divisa in 20 parrocchie, Sintra ha diversi palazzi che si distinguono per la loro bellezza e il caratteristico design architettonico.

El Castello dos Mouros O semplicemente, Castello di Sintra, dichiarato Monumento Nazionale, è isolato nella Sierra de Sintra e dalle sue mura si gode la magnifica vista dell'intera regione fino all'Oceano Atlantico.

Altri monumenti che meritano una visita sono quelli menzionati di seguito: Palazzo Nazionale di Sintra, Palácio da Regaleira, Palácio de Seteais, Palazzo Monserrate, ecc.

Tuttavia, è senza dubbio il file Parco nazionale e palazzo di Pena (in portoghese, Palazzo Nazionale della Roccia), l'elemento principale del paesaggio culturale di Sintra e quello con più turisti in alta stagione.

Questa tenuta signorile è una delle massime espressioni del romanticismo portoghese ottocentesco dell'Ottocento, che fa sembrare uscita da una fiaba.

15. Tavira

La città di Tavira fa parte del distretto di Faro, nella regione e sottoregione del Algarve. Con una superficie di 607 km2 e quasi 25.000 abitanti, Tavira è divisa in nove parrocchie ed è delimitata a sud dall'Oceano Atlantico.

In breve, Tavira è la città più interessante dell'Algarve orientale, principalmente per il suo patrimonio storico romano, cristiano e arabo allo stesso tempo.

Questa eredità rende questa città un luogo ricco di resti di mura, chiese, ponti, castelli e altri elementi ideali per il turismo cittadino. PER

Allo stesso modo, se ci spostiamo a sud, troveremo delle fantastiche spiagge sulle isole della zona di Ria Formosa che possono essere raggiunte in barca.

Per quanto riguarda i punti principali all'interno della città, evidenziamo il fiume Gilao, che sfocia nelle isole e nel parco della Ria Formosa, e il Ponte pedonale romano, attraverso il quale viaggi dal nord al sud della città.

Sulla sponda meridionale del fiume Gilao si trova la Plaza de la República, un altro dei punti importanti dell'area urbana.

Evidenzia anche il Cascada di Pego do Inferno, situato molto vicino al confine con Huelva, precisamente a San Esteban. Si tratta di una cascata con una cascata di circa 3 m che forma un laghetto adatto alla balneazione durante i caldi mesi estivi.

Le sue acque attirano l'attenzione per essere assolutamente trasparenti e verdastre a causa delle alghe. Insomma, è un ambiente idilliaco per gli amanti del relax, della tranquillità e del divertimento.