Gli abiti tradizionali del Guatemala si distinguono per essere i più colorati di tutta l'America. Le tradizioni che circondano gli abiti tipici del popolo guatemalteco sono fortemente influenzate dalla loro storia. Qui vi presentiamo i principali costumi e modelli.

Di seguito hai un indice con tutti i punti che tratteremo in questo articolo.

Dipartimenti di Alta e Baja Verapaz

All'interno del Dipartimento dell'Alta Verapaz, spicca soprattutto l'area di Cobán, in cui gli huipiles utilizzati dalle donne differiscono da quelli degli altri dipartimenti perché sono più corti e realizzati con un tessuto più delicato. Sono conosciuti con il nome di kembilz o pikbil.



L'huipil è adornato con varie figure, inclusa la coperta di tabacco. Rappresenta la bellezza, la purezza e, in definitiva, il modestia delle donne attraverso disegni rappresentativi della natura e un taglio che simboleggia il cielo, l'oscurità ei quattro punti carinali.

L'huipil è accompagnato da una gonna ampia o dal taglio tradizionale che solitamente è blu scuro, grazie alla quale si ottiene un abbinamento che richiama l'attenzione per il contrasto tra i colori e la trama della gonna e dell'huipil.

Sotto la gonna, è comune per le donne indossare un sottoveste (indumento intimo femminile) verde, sebbene ci siano anche bianchi o rossi, decorati con strisce larghe o piccole. Le donne sposate indossano un copricapo di lana noto come tupui o tupuy, che simboleggia il serpente corallo, considerato il messaggero degli dei.

Inoltre, le donne indigene di questa zona del Guatemala indossano collane e anelli d'argento chiamati sciacalli, che sono un simbolo di ricchezza, così la donna che lo indossa lo fa con grande orgoglio. Gli anelli sono decorati con uccellini, sfere, animali selvatici ... e le collane sono solitamente realizzate con monete antiche e terminano con una croce chiamata howsh.

Da parte sua, a Baja Verapaz spiccano le cinture che le donne indossano durante le vacanze, che sono adornate con motivi a zig-zag. Nella loro vita quotidiana, è una delle poche comunità guatemalteche in cui le donne non indossano una cintura per sostenere il taglio, ma le estremità sono attorcigliate e infilate all'interno. L'huipil in questo caso è costituito da un'unica tela, con girocollo e senza apertura per la testa.

Departamento de Chimaltenango

Durante la festa patronale di questo dipartimento è particolarmente comune vedere che le donne Chimaltec indossano solitamente un huipil caratterizzato dalla sua ampia strisce rosse per incorniciare le spalle. Sono strisce di disegni geometrici alternati a disegni di animali e sezioni di linee multicolori.

Nonostante oggigiorno si stia perdendo l'uso del costume tradizionale e di solito si vede solo negli anziani, di seguito ne elenchiamo le caratteristiche per uomini e donne:

  • L'huipil delle donne Chimaltec si distingue anche per il suo scollo a V o quadrato realizzato in velluto nero sui bordi. La gonna, da parte sua, comprende anche molti colori ed è generalmente molto lunga, motivo per cui di solito è avvolta intorno alla vita. Lo reggono con una fascia rossa.
  • Per quanto riguarda gli uomini, tendono a indossare abiti più semplici. Di solito è una combinazione di pantaloni e camicia bianchi, con una giacca blu o nera e una ginocchiera bianca o nera che pende dalla vita per mezzo di una fascia rossa.

L'abito delle nuove generazioni è il risultato di una combinazione di tessuti e una moltitudine di colori. Questo è il motivo per cui è comune vedere donne Chimaltec vestite con gonne realizzate con tessuti tipici pieghettati al ginocchio. Invece di indossare huipil, il più comune oggi è indossare una camicetta colorata, solitamente adornata con pizzi o ricami vari.

Nel comune di San Juan de Comalapa, il cosiddetto crescita eccessiva È l'abbigliamento più tradizionale, poiché è l'indumento che viene utilizzato durante le feste cerimoniali. Si distingue per essere suddiviso nelle seguenti parti:

  • Credere: di colore rosso, è all'altezza delle spalle e si alternano motivi diversi (geometrici, animali ...).
  • Striscia superiore: in esso si riconoscono figure di aquile, simbolo del carattere dualistico della visione del mondo Chimalteca.
  • Striscia inferiore: include un felino, un animale associato agli inferi.

Se queste tre parti vengono osservate nella loro interezza, ci sono tre disegni associati ai tre strati del cosmo secondo la cultura di questo dipartimento: cielo, mondo sotterraneo e terra. Lo sfondo blu con strisce bianche rappresenta il cielo (colore blu) insieme alla purezza delle terre di Comalapa (colore bianco).

Departamento de Huehuetenango

Huehuetenango è un dipartimento guatemalteco situato nella regione nord-occidentale del paese. Di questa zona spiccano i costumi dei comuni di San Rafael Petzal e quelli di San Ildefonso Ixtahuacán, i cui tagli sono quasi identici.

Nel caso di Ixtahuacán, le donne tendono a indossare un huipil, come nel resto dei dipartimenti guatemaltechi. Qui l'huipil è caratterizzato dall'inclusione di ricami in seta e dal suo ampio collo quadrato. Naturalmente, non mancano i caratteristici disegni geometrici e le strisce di vari colori.

Il processo di realizzazione di questi huipiles è lungo e richiede molta dedizione da parte dei tessitori. Così, le tele sono tessute su un telaio a bastoncini e sono unite attraverso piccole strisce colorate. Anche i tagli tubolari sono intrecciati in un telaio del bastone, che si caratterizza per quanto segue:

  • È uno strumento utilizzato per realizzare tessuti tradizionali Maya.
  • È composto da quattro o più bacchette sorrette da corde.
  • Durante la tessitura, è necessario legare un'estremità a un palo, colonna o persino un albero con una corda, mentre l'altra è attaccata alla vita del tessitore.
  • Lo scopo di essere attaccato alla vita del tessitore è in modo che il tessitore possa spostarsi in tensione o rilasciare il telaio.
  • La difficoltà maggiore è che i pezzi risultanti hanno sempre una certa larghezza, quindi è necessario utilizzare più pezzi uniti per trovare la dimensione desiderata.
  • Questo modo di cucire consente alla tessitrice di creare un disegno totalmente aperto alla sua immaginazione, in modo che l'indumento risultante possa fornire indizi sulla sua origine regionale, posizione sociale, ecc.

Attualmente, la maggior parte dei file comunità indigene Il Guatemala continua a usare il telaio a bastoncini per confezionare i propri vestiti.

Departamento de Quetzaltenango

Il Dipartimento di Quetzaltenango è la seconda capitale del Guatemala. Conosciuto come Xela o Xelaju, è famoso tra l'altro per la sua canzone "Luna de Xelajú" e "Ferrocarril de los Altos", di Domingo Betancurt (un musicista di origine guatemalteca).

Uno degli indumenti più caratteristici di questo reparto è l'huipil, un indumento utilizzato dalle donne, composto dai colori tradizionali del reparto, cioè rosso, giallo e viola. Di solito contiene anche disegni di uccelli, fiori, stelle, ecc. Di solito sono realizzati con tre tele realizzate su telaio a piedi. Il collo dell'huipil è caratterizzato dal suo stampe floreali e animalier vari.



D'altra parte, le donne di solito si vestono con un taglio o una gonna arricciata in vita. È una cintura stretta, realizzata in lana bianca e nera naturale. Di solito indossano anche un perraje (sottile coperta di cotone o seta) composto da diversi colori intensi in cui si alternano fili screziati il ​​cui disegno ricorda le punte delle frecce o dei pennini.

Anticamente il costume tipico di questo reparto era quello del comune di El Palmar. Era un costume di origine Momostec e un aspetto umile sia per gli uomini che per le donne. Nel caso degli uomini, era caratterizzato dall'indossare un cappello a cilindro nero rotondo. Indossavano anche una camicia bianca a maniche lunghe e una fascia rossa legata in vita che fungeva da cintura per tenere su i pantaloni.

Dipartimento Sacatepéquez

All'interno del Dipartimento di Sacatepéquez, spicca il comune di San Antonio Aguas Calientes, situato molto vicino alla città di Antigua Guatemala. Questa comunità è famosa per l'alta qualità dei suoi tessuti, dove gli huipiles sono facilmente identificabili.

Il suchiteco huipil si caratterizza perché il suo design è visibile sia che il capo sia a destra che al rovescio. Il suo design in broccato ha attraversato diverse fasi sin dal suo inizio. Così, mentre prima si trattava di disegni geometrici, attualmente spiccano quelli basati su fiori e animali (soprattutto uccelli).

In fondo, le donne usano un taglio, cioè un pezzo piatto di tessuto marmorizzato che viene realizzato manualmente su un telaio del piede e funge da gonna. Si avvolge intorno alla vita ed è fissata ad essa da una cintura generalmente rossa.

Inoltre evidenzia Santo Domingo xenacoj, una città fondata dal gruppi indigeni di Sacatepéquez prima della conquista. Durante le sue feste popolari, che si svolgono ai primi di agosto, le donne realizzano il costume tipico di questa festa con il cotone. Consiste in un ricamo rosso molto suggestivo e un taglio blu o nero con linee verticali.

Dipartimento di Sololá

Sololá è un dipartimento che si trova a 2.100 m sul livello del mare da cui si possono vedere meravigliosi panorami di uno dei principali laghi dell'America centrale: Lago Atitlán. In questa zona del Guatemala, l'abito tradizionale di uomini e donne viene utilizzato quotidianamente.

Quindi, l'uomo di solito indossa una camicia e la donna con il famoso huipil. Entrambi hanno design molto simili, in cui le maniche non mancano mai. I pantaloni sono realizzati su telai a bastone con lo stesso materiale tessile della parte superiore.

L'uomo usa un indumento rettangolare molto caratteristico chiamato ginocchiera, che è avvolta intorno alla vita e tenuta in posizione da una cintura. È anche comune per loro indossare un sacchetto. È un tipo di borsa caratteristico di cacciatori, soldati e pedoni che di solito viene appesa sulla schiena. È usato per trasportare provviste, trasportare alcuni vestiti ...

Da parte sua, è comune per le donne usare un taglio arrotolato in vita. Sulla testa indossano solitamente un cuyuscate o ixcaco tzute, un tipo di cotone il cui colore naturale è bruno-brunastro. È un tipo di tessuto cucito a mano dalle donne, un'usanza che deriva dai loro antenati Maya.

El cuyuscate o ixcaco È un tipo di cotone naturale la cui produzione è originale del Guatemala. È stato utilizzato da prima del 1950 soprattutto per l'uso di güipiles. Come accennato in precedenza, è comunemente usato come indumento femminile per coprire la testa, ma è anche usato, ad esempio, per coprire il cibo. Si possono trovare in questo reparto di vendita ai turisti.

Dipartimento di Totonicapán

In questo dipartimento guatemalteco, gran parte della popolazione locale è dedita alla produzione di tessuti realizzati con telai a piedi. La sua produzione non copre solo il mercato locale, ma viene importata in altri comuni del territorio nazionale.

Uno degli indumenti più utilizzati in questo reparto è il cosiddetto huipil o guipil, che consiste in un'ampia camicia o tunica di cotone decorata con tipici ricami. È un indumento indossato quotidianamente dalle donne appartenenti alle diverse comunità indigene del Guatemala, soprattutto per le occasioni cerimoniali.

La donna indossa una serie di nastri di seta tra i capelli, che vengono tessuti su piccoli telai utilizzando una tecnica di tappezzeria che consente un attento apprezzamento dei disegni su entrambi i lati del tessuto.

I diversi fili maculati vengono solitamente tinti utilizzando la tecnica di annodatura o ikat o ikat. Questa tecnica viene utilizzata per realizzare i famosi modelli che si possono vedere nei costumi tipici del Guatemala. La sua caratteristica principale è la tintura dei modelli mediante cravatte che viene eseguita sui fili prima della lavorazione del tessuto.

Il costume dei fratelli di Feria Patronal Totonicapán, che si svolge dal 24 al 29 settembre in onore di San Miguel de Arcángel. È un costume da cerimonia in cui si può apprezzare una forte influenza spagnola, dati i suoi ornamenti in argento e ricamato con motivi floreali in seta. Spiccano le sciarpe di seta viola, che appartengono a ciascuna confraternita e denotano l'alto rango di chi le indossa.

Questo articolo è stato condiviso 222 volte. Abbiamo impiegato molte ore a raccogliere queste informazioni. Se ti è piaciuto condividilo, per favore: