L'India è un paese affascinante che attira l'attenzione di tutti coloro che lo visitano. Se vuoi raggiungerlo, devi richiedere un visto e soddisfare determinati requisiti. In questo articolo, ti forniamo informazioni su come richiedere e ottenere un visto e ti offriamo suggerimenti chiave per il tuo viaggio.

Di seguito hai un indice con tutti i punti che tratteremo in questo articolo.

Visti

Tutte le persone straniere che vogliono entrare in India hanno bisogno di un visto. Tuttavia, ci sono diversi tipi:



visto elettronico

Il visto elettronico, noto anche come Visto turistico all'arrivo (TVoA) o Autorizzazione elettronica di viaggio (ETA) è un permesso attraverso il quale puoi viaggiare in India senza dover richiedere un visto all'ambasciata o al consolato.

Questa persona può recarsi nel Paese per tre motivi specifici: Tourist, medici di breve durata o aziendali. Pertanto i visti che si possono ottenere sono:

  • Visto turistico elettronico
  • Visto e-Business
  • Visto e-medico

I paesi che hanno diritto a questa procedura sono i seguenti:

  • A: Albania, Germania, Andorra, Angola, Anguilla, Antigua e Barbuda, Argentina, Armenia, Aruba, Australia, Austria, Azerbaigian
  • B: Bahamas, Barbados, Belgio, Belize, Birmania, Bolivia, Bosnia ed Erzegovina, Botswana, Brasile, Brunei, Bulgaria, Burundi
  • C: Capo Verde, Cambogia, Camerun, Canada, Cile, Cipro, Città del Vaticano, Colombia, Comore, Corea del Sud, Costa d'Avorio, Costa Rica, Croazia, Cuba
  • D: Danimarca, Dominica
  • E: Ecuador, El Salvador, Emirati Arabi Uniti, Eritrea, Slovacchia, Slovenia, Spagna, Stati Uniti, Estonia
  • F: Filippine, Finlandia, Fiji, Francia
  • G: Gabon, Gambia, Georgia, Ghana, Grenada, Grecia, Guatemala, Guinea, Guyana
  • H: Haiti, Honduras, Hong Kong, Ungheria
  • I: Indonesia, Irlanda, Islanda, Isole Cayman, Isole Cook, Isole Marshall, Isole Salomone, Isole Turks e Caicos, Israele, Italia
  • J: Giamaica, Giappone, Giordania
  • K: Kenya, Kiribati
  • L: Laos, Lesotho, Lettonia, Liberia, Liechtenstein, Lituania, Lussemburgo
  • M: Macao, Macedonia, Madagascar, Malesia, Malawi, Mali, Malta
  • N: Namibia, Nauru, Nicaragua, Niger, Niue, Norvegia, NZ
  • O: Oman
  • P: Paesi Bassi, Palau, Palestina, Panama, Papua Nuova Guinea, Paraguay, Perù, Polonia, Portogallo
  • R: Regno Unito, Repubblica Ceca, Repubblica Dominicana, Ruanda, Romania, Russia
  • S: Samoa, Saint Kitts e Nevis, San Marino, Saint Vincent e Grenadine, Santa Lucia, Senegal, Serbia, Seychelles, Sierra Leone, Singapore, Sri Lanka, Swaziland, Sud Africa, Svezia, Svizzera, Suriname
  • T: Thailandia, Taiwan, Tanzania, Tagikistan, Timor Est, Tonga, Trinidad e Tobago, Tuvalu
  • U: Ucraina, Uganda, Uruguay, Uzbekistan
  • V: Vanuatu, Venezuela, Vietnam
  • Y: Gibuti
  • Z: Zambia, Zimbabwe
Solo le persone dal Nepal, Bhutan e Malesia (fino a 90 giorni) non hanno bisogno di un visto per entrare in India.

Allo stesso modo, i requisiti per poter beneficiare del visto elettronico sono questi:

  • Passaporto con una validità minima di sei mesi dalla data di arrivo in India e con almeno due pagine bianche
  • Biglietto di ritorno
  • Abbastanza soldi per il soggiorno
  • Foto recente
  • Ogni membro della famiglia deve avere il proprio passaporto

Questo permesso deve essere richiesto almeno quattro giorni prima dell'inizio del viaggio. Lo si fa tramite il sito web ufficiale del visto elettronico, a cui è possibile accedere facendo clic in questo link.

I passaggi per richiedere il visto sono semplici. Il modulo è compilato, il visto viene pagato online e successivamente viene ricevuto via e-mail. Il pagamento può richiedere fino a quattro ore per confermare.

La durata del visto è giorni 60 e non è estensibile. Può essere richiesto fino a due volte nello stesso anno. Per turismo e affari si può scegliere il doppio ingresso, il triplo per le cure mediche.

Se la domanda di visto viene accettata, apparirà come stato Concesso. L'autorizzazione deve essere stampata e portata con sé per tutto il viaggio, come potrebbe essere richiesto dalle autorità del Paese.

Per quanto riguarda il costo, per la maggior parte delle nazionalità come spagnolo, cileno, peruviano, colombiano o venezuelano ha un prezzo di $ 50. Tuttavia, per argentini e uruguaiani è gratuito.

Visti Otras

Se vuoi che il tuo soggiorno sia più lungo o il motivo del tuo viaggio è un altro, dovrai richiedere un visto diverso. Per fare ciò, devi prima compilare una domanda online e poi continuare il processo presso l'ambasciata o il consolato indiano. I tipi di visto sono:

turista
rimanere nel paese come turista per un massimo di 5 anni. È multi-ingresso, non rinnovabile e non possono essere condotte attività o affari retribuiti. Potrebbe essere necessario esibire una prova di solvibilità finanziaria e un biglietto di ritorno.
Lavoro
lavorare in India. La sua validità iniziale è di un anno, ma può essere estesa. I documenti necessari sono, tra gli altri, una lettera di nomina formale dell'azienda e il contratto di lavoro originale. In caso di volontariato nel paese, è richiesto anche questo visto.
Studente
È a più ingressi e la sua validità dipenderà dalla durata del corso. I requisiti di base sono la lettera di ammissione dell'istituzione e la prova del finanziamento del soggiorno. Tuttavia, a seconda della situazione specifica, potrebbero essere richiesti più documenti.
transito
viaggiare in India per un massimo di 3 giorni. È un unico ingresso valido 15 giorni. Per la destinazione finale sono necessari biglietto aereo e visto.
Ingresso
per indiani o persone sposate con indiani. È valido da 1 a 5 anni. È anche richiesto per l'apprendimento dello yoga.

Allo stesso modo, altri permessi speciali che possono essere trovati sono per la realizzazione di progetti, per la ricerca o per i relatori.

È possibile accedere al sito Web ufficiale da cui avviare la domanda di visto facendo clic su in questo link.

In Spagna è possibile eseguire questa procedura presso l'Ambasciata dell'India, situata in Avenida de Pío XII, 30 in Madrid. Ci sono anche consolati onorari a Barcellona e Tenerife, ma la sua attività è più limitata.

Requisiti sanitari

È importante sapere quali vaccini è consigliabile ottenere prima di recarsi in India, nonché altre raccomandazioni sanitarie che è consigliabile seguire.

vaccini

Non esiste una vaccinazione obbligatoria per entrare in India, ad eccezione di quella del febbre gialla in quelle persone che provengono o provengono da un paese in cui si trova questa malattia. In questo caso è necessario portare con sé la scheda di vaccinazione. In caso contrario, devi passare sei giorni in quarantena.



D'altra parte, la vaccinazione consigliata per tutti i viaggiatori che visitano questo paese è la seguente:

  • Febbre tifoide
  • Epatite A
  • Tetano-difterite
  • MMR (morbillo, rosolia e parotite)

Inoltre, a seconda della situazione del viaggio, è consigliabile farsi altre vaccinazioni. Ad esempio, se si prevede di trascorrere molto tempo, soprattutto nelle zone rurali, è consigliabile avere aggiornato il vaccino contro l'encefalite giapponese e contro la rabbia.

Allo stesso modo, altri vaccini che devono essere presi in considerazione sono quelli per l'epatite B, il colera (soprattutto se devono essere effettuati aiuti umanitari) e la poliomielite, tra gli altri.

Altre raccomandazioni

Va tenuto presente che le condizioni sanitarie in India sono piuttosto scadenti, ad eccezione degli ospedali privati ​​che si trovano nelle grandi città, il cui costo è piuttosto elevato. Pertanto, è estremamente consigliabile aver assunto un assicurazione di viaggio ad alta copertura.

Non è consigliabile avvicinarsi agli animali randagi, poiché è del tutto possibile che abbiano la malattia della rabbia. Inoltre, devi bere acqua in bottiglia e fare attenzione al cibo. Si raccomanda di prestare particolare attenzione alle misure igieniche, poiché i casi di influenza suina sono aumentati nel paese.

Due malattie di cui essere consapevoli sono la dengue e la malaria, trasmesse dalla zanzara. La malaria è più frequente nelle zone al di sotto dei 2.000 metri di altitudine, mentre la dengue si manifesta principalmente in estate. Pertanto, è consigliabile avere un repellente per insetti.

Inoltre, Delhi È una delle città più inquinate al mondo, quindi è sconsigliato che bambini, anziani e persone con problemi respiratori siano continuamente esposti all'aria. Allo stesso modo, è meglio stare in luoghi che dispongono di purificatori d'aria, soprattutto in inverno.

Consigli pratici

Il ministero spagnolo degli Affari esteri e della cooperazione offre alcune raccomandazioni di cui tenere conto quando si viaggia nel paese. Prima di tutto, devi essere consapevole dell'esistenza di truffe turistiche da parte di tassisti che vogliono portarli in altri hotel. Pertanto, i pacchetti turistici o le offerte di alloggio di persone sconosciute dovrebbero essere rifiutati.

Inoltre, non accettare bevande da estranei, poiché ci sono stati casi di persone che sono state drogate per rubarle o abusarne. Allo stesso modo, non c'è cattura risciò o taxi per biciclette notte.

In India, intorno all'estate, si verifica la stagione dei monsoni, in cui le piogge sono abbondanti e possono provocare alluvioni. Conviene sapere quando si verifica nell'area che andremo a visitare.

D'altra parte, le donne che hanno intenzione di viaggiare da solo il Paese dovrebbe sapere che sono aumentati i casi di aggressioni sessuali a stranieri. Per questo motivo è meglio non viaggiare senza compagnia, così come evitare luoghi poco trafficati, uscire la sera o prendere mezzi di trasporto da soli.

Per quanto riguarda le aree da evitare a causa del terrorismo, dei conflitti con altri paesi o dell'insicurezza, si distinguono:

  • Cachemire
  • Jammu
  • Stati del nordest
  • Confine con il Pakistan
  • Bengala occidentale
  • Assam
  • Manipur

Domande degli utenti

Qual è il periodo migliore per viaggiare in India?

L'India è un grande paese, quindi il momento ideale per visitare il paese dipende dall'area che vogliamo vedere. In generale, è meglio andare in inverno e dovresti tenere conto di quando il monsone è in ogni parte.

È consigliabile viaggiare in India con i bambini?

Se hai intenzione di viaggiare come backpacker, non è consigliabile andare con bambini piccoli o neonati a causa delle difficoltà del viaggio. Tuttavia, se vai con tutto organizzato, può essere fattibile e anche piuttosto interessante per i più piccoli.

È consigliabile viaggiare in India senza conoscere l'inglese?

Se non conosci l'inglese, è abbastanza difficile comunicare con le persone, poiché è la lingua usata con i turisti. In questo articolo troverai maggiori informazioni su questo argomento: Che lingua si parla in India?

È possibile entrare in India con un cane?

Se vai in aereoIl tuo animale domestico può accompagnarti solo se hai intenzione di trascorrere un minimo di due anni in India. In caso di viaggio in auto, questo requisito non deve essere soddisfatto.

Questo articolo è stato condiviso 192 volte. Abbiamo impiegato molte ore a raccogliere queste informazioni. Se ti è piaciuto condividilo, per favore: