Sempre più paesi in cui il matrimonio gay è legalizzato. Vi diciamo quali sono e quali sono i requisiti per poter celebrare il vostro matrimonio, nonché la posizione delle diverse religioni e territori del mondo.

Di seguito hai un indice con tutti i punti che tratteremo in questo articolo.

Indice degli articoli

Dove celebrare il tuo matrimonio gay

Paesi con matrimonio gay legalizzato

Il primo paese a riconoscere il matrimonio tra due persone dello stesso sesso è stato Olanda nel 2000. Il 1 aprile 2001, il primo matrimonio gay in Europa e nel mondo si è tenuto presso il municipio di Amsterdam.



Nel 2003 è stata legalizzata in Belgio e due anni dopo in Canada e Spagna. In America Latina, il primo a regolamentarlo è stato il Messico nel 2009, anche se non è presente in tutti i suoi stati. Due anni dopo, a Oaxaca, si è svolto il primo matrimonio gay del Paese, celebrato da due donne.

Il caso dell'Irlanda spicca, poiché nel 2015 è stato il primo paese al mondo ad approvare il matrimonio gay referendum popolare, in particolare con il 62% dei voti favorevoli.

Il 26 giugno dello stesso anno, la Corte Suprema degli Stati Uniti ha ratificato il matrimonio paritario in tutto il paese, poiché è stato legalizzato solo in alcuni stati come Washington e Minnesota. Il messaggio che spiccava quel giorno era quello di «l'amore vince"Che significa" l'amore vince ".

Ad oggi, i paesi in cui è legale celebrare un matrimonio gay sono i seguenti:

  • Argentina
  • Belgio
  • Brasile
  • Canada
  • Colombia
  • Danimarca
  • Spagna
  • Stati Uniti
  • Francia
  • Islanda
  • Irlanda
  • Lussemburgo
  • Messico
  • NZ
  • Norvegia
  • Paesi Bassi
  • Portogallo
  • Regno Unito
  • Sudafrica
  • Svizzera
  • Uruguay

Allo stesso modo, ci sono paesi in cui, sebbene il matrimonio omosessuale non sia legale, riconoscono un'unione civile tra persone dello stesso sesso. Questi territori includono Germania, Grecia, Israele e Italia.

Requisiti per festeggiare

Le formalità per contrarre un matrimonio gay variano a seconda del paese. In Spagna, il primo passo è presentarsi al registro civile per avviare un file. Il documentazione che deve essere presentato da entrambi i coniugi è:

  • Fotocopia della carta d'identità, passaporto o carta di soggiorno
  • Certificato letterale di registrazione della nascita
  • Certificato di registrazione o residenza
  • Affidavit sullo stato civile di ciascuno
  • Istanza del registro civile

La coppia dovrà presentare tale documentazione, unitamente ad un testimone maggiorenne non parente, presso lo stato civile del luogo di residenza. In un nuovo appuntamento viene indicato se l'auto è stata favorevole o meno.

Nel caso degli Stati Uniti, i requisiti per sposarsi sono diversi in ogni stato. Uno dei dibattiti più importanti sorti nel paese è stato intorno al diritti di immigrazione. Questi sono gli stessi dei matrimoni eterosessuali.



Pertanto, una persona gay può chiedere i documenti per il suo coniuge. L'importante è che il matrimonio sia validamente riconosciuto, cioè non basta che sia una coppia di fatto.

Matrimoni gay religiosi

In generale, la maggioranza delle religioni come il cattolicesimo e l'islam si sono manifestate contatore del matrimonio gay. Non solo si rifiutano di celebrare matrimoni gay dalla Chiesa, ma condannano i paesi in cui questa unione è già legale.

Tuttavia, ci sono alcune parti di altre religioni e correnti del cristianesimo che sostengono il matrimonio gay, arrivando persino a celebrare cerimonie. Questi settori appartengono alle seguenti dottrine:

  • Giudaismo
  • induismo
  • Buddismo
  • Chiesa luterana
  • Chiesa evangelica
  • Chiesa Unita del Canada
  • Chiesa Unita di Cristo
  • Chiesa universalista
  • Chiesa della comunità metropolitana
  • Società religiosa degli amici
  • anglicanesimo

Altre correnti, come la Chiesa evangelica del Río de la Plata o la Chiesa presbiteriana degli Stati Uniti, nonostante non celebrino il matrimonio, eseguono altri riti per unire le persone omosessuali.

Nonostante il fatto che, come abbiamo detto, alcune correnti dell'induismo celebrino il matrimonio tra persone dello stesso sesso, in India non è ancora legale, anche punendo l'omosessualità.

Paesi contro

Nel mondo ci sono un totale di 72 paesi in cui il matrimonio e le relazioni omosessuali sono illegali, un fatto che si riflette nelle loro leggi, che puniscono questo fatto in misura maggiore o minore.

Evidenzia il territorio di Mezzo, dove la maggior parte dei paesi impedisce le relazioni gay. Un'eccezione è Israele, che nel 1992 ha bandito la discriminazione basata sulla sessualità.

I paesi in cui l'omosessualità può essere punita con la morte sono:

  • Arabia Saudita
  • Afghanistan
  • UAE
  • Iran
  • Mauritania
  • Nigeria
  • Qatar
  • Somalia
  • Sudan
  • Yemen

In altrettanti paesi, i gay vengono puniti in altri modi, tra cui frustate, carcere e persino ergastolo. Tra questi spiccano Marocco, Giamaica e India.

Questo articolo è stato condiviso 40 volte. Abbiamo impiegato molte ore a raccogliere queste informazioni. Se ti è piaciuto condividilo, per favore: