Per scegliere il file migliori ristoranti del mondo Non vengono analizzati solo il menu e la popolarità del ristorante, ma influiscono anche altri fattori come il servizio, l'ubicazione, la varietà del menu, gli chef, le specialità e altri. Se vogliamo menzionare il file migliori ristoranti del mondo è essenziale citare il Lista San Pellegrino.

La Lista San Pellegrino, sponsorizzato dal marchio di Acqua San Pellegrino, è il sogno degli chef e ristoratori del mondo in quanto è incaricato di stabilire l'ordine delle priorità all'interno del migliori ristoranti del mondo. il Elenco San Pellegrino 2011 è stato rilasciato questo mese e rispetto alla lista stabilita per il 2010 si notano lievi modifiche.

I tre migliori ristoranti del mondo sono:

'Noma' (Danimarca). Lo chef di Noma è René Redzepi e lui è stato incaricato di mettere Noma in prima linea mondiale grazie al suo menu innovativo a base di prodotti nordici come salmone islandese, ricci di mare e acqua della Groenlandia. René Redzepi è riconosciuto come il miglior chef del mondo.

El Celler de Can Roca (Spagna). Fondato in 1986, El Celler de Can Roca È un ristorante abituato ad essere riconosciuto per l'originalità del suo menù. Si consiglia di assaggiare le triglie ripiene di salsa all'arancia.

Mugaritz (Spagna). Mugaritz è il Il ristorante di Andoni Luis Aduriz ed è considerato un must per gli amanti della cucina.

È sorprendente che per questa edizione non sia stato preso in considerazione El Bulli, il rinomato ristorante di Ferran Adria che l'anno scorso aveva fatto parte della rosa dei migliori ristoranti del mondo, tuttavia, una delle regole nella votazione che i ristoranti inseriti in lista garantiscono la sua continuità nei mesi successivi ed è stato reso pubblico che El Bulli chiuderà a luglio per dare vita ad un processo di rinnovamento e trasformazione; è logico che non fosse uno dei primi tre.

Tra gli alti e bassi in Elenco San Pellegrino 2011, troviamo che The Fat Duck è sceso al quinto posto e che l'Osteria Francescana, che nella scorsa edizione si era collocata al sesto posto è ora salita al quarto posto.

Il sesto posto della nuovissima classifica è occupato da Alinea, da Chicago; mentre il DOM brasiliano di lo chef Alex Atala ha scalato 11 posizioni della lista e ha raggiunto il settimo posto. La lista dei primi dieci è completata da Arzak, dallo spagnolo Juan Mari Arzaki; il francese Le Chateaubriand, che ha migliorato due posizioni; e il New Yorker Per Se, uno dei pochi che è stato in grado di mantenere la sua posizione.