I paesi più favorevoli alla diversità sessuale ospitano più città Gay-friendly nel mondo, molti di loro diventano le migliori destinazioni per celebrare il matrimonio gay. Di seguito vi mostriamo un elenco dei paesi con i maggiori vantaggi per la comunità LGBT, ordinati dal meno al più consigliato per la turismo gay. Qual è il massimo Gay-friendly del mondo?

15. Filippine

Le Filippine sono attualmente uno dei paesi asiatici dove c'è maggiore accettazione e rispetto per la comunità LGBT (circa il 73% della popolazione), sebbene non sia ancora consentito alcun tipo di unione civile omosessuale.

Boracay È una piccola isola situata in malese che è diventata uno dei luoghi più turistici delle Filippine, sia per i turisti convenzionali che per i turisti LGBT. In effetti, lì si è svolto il primo festival del Gay Pride del paese.

Inoltre, a Manila puoi trovare un'ampia offerta per il pubblico gay: bar, saune, terme, club ... Esistono anche diverse società per la difesa degli omosessuali, come Progay-Filippine, fondata nel 1993, predecessore della prima associazione in Asia : LAGABLAB.

14. Grecia

Se si menziona quale è la città greca con il più grande afflusso di turisti gay al mondo, questo è senza dubbio il paradiso isola di mykonos, appartenente all'arcipelago delle Isole Cicladi. È una delle principali destinazioni LGBT al mondo, principalmente per le sue spiagge e la vita notturna.

Mykonos ha molte delle migliori spiagge europee per il turismo gay, inclusa quella di Elia, di sabbia quasi bianca, e quella di agrari. Tuttavia, il principale svantaggio di quest'ultimo è che di solito è pieno, soprattutto in estate.

Anche le spiagge del nord dell'isola sono tra le più visitate: Fokos, a differenza delle precedenti, è solitamente tranquilla e, infatti, può essere considerata una spiaggia quasi vergine. La spiaggia di Ftelia è anche un punto di relax a Mykonos.

13. Argentina

L'Argentina è uno dei paesi sudamericani in cui il matrimonio omosessuale è legalizzato (in particolare, dal 22 luglio 2010). Inoltre, in un recente sondaggio, il 74% della popolazione argentina era a favore della diversità sessuale nel proprio paese.

In effetti, la Repubblica Argentina è attualmente il paese latinoamericano con la più alta accettazione dell'omosessualità, seguita da altri come Cile, Brasile e Messico. All'interno del paese, Buenos Aires, la sua capitale, è la città più favorevole.

San Telmo e Recoleta sono due quartieri situati nella capitale dell'Argentina che sono diventati le aree di incontro per eccellenza per la comunità LGBT. In generale, la vita notturna per gay e la cultura di questa città sono diventati un punto di riferimento in America Latina.

12. Regno Unito

Ad eccezione dell'Irlanda del Nord, il matrimonio gay è consentito dal 2014 nelle altre tre nazioni che compongono il Regno Unito: Inghilterra, Scozia e Galles. Inoltre, in un sondaggio generale, il risultato è stato che il 76% dei britannici è favorevole all'omosessualità.

Londra, una delle principali capitali mondiali del turismo convenzionale, è un'ottima meta per gli amanti della vita notturna e dei bar sotterraneo. In questo senso, il Quartiere di Soho È il principale punto d'incontro.

Al contrario, se preferisci goderti un'atmosfera più da spiaggia senza lasciare quest'isola britannica, Brighton è altamente raccomandata. Qui si svolge uno dei più importanti festival del Pride del paese, celebrato da 25 anni.

11. Francia

La Francia è un paese in Europa in cui il matrimonio gay è legale dal 18 maggio 2013. Inoltre, circa il 77% dei francesi è favorevole a qualsiasi tipo di condizione sessuale.

Parigi, popolarmente conosciuto come la città della luceBrilla anche per il pubblico LGBT e, quindi, anno dopo anno riceve milioni di turisti che vengono a godersi la gamma di possibilità che esistono nella capitale francese. Le Marais è il quartiere più Gay-friendly città.

10. Uruguay

Nonostante sia il più piccolo dei paesi sudamericani, Montevideo, la capitale dell'Uruguay, è diventata una delle principali destinazioni per i gay in America Latina. Insomma, l'Uruguay è tra i paesi più liberali d'America in termini di diritti LGBT.

L'Uruguay è uno dei pochi paesi latinoamericani in cui è consentita l'adozione di bambini dello stesso sesso e, nel 2013, il Parlamento uruguaiano ha approvato il Legge sul matrimonio uguale, che definisce il matrimonio civile come "unione permanente, secondo la legge, di due persone dello stesso sesso o di sesso diverso".

In Uruguay, settembre è stato dichiarato "Mese della diversità" e durante questo periodo si tengono diversi eventi per commemorare la diversità sessuale. Uno dei più importanti è la "Marcia della diversità", che consiste in una sfilata colorata e gioiosa.

9. Israele

Tel Aviv è stata dichiarata "Miglior città gay del 2011" e per alcuni anni è stata in cima alla lista delle migliori destinazioni LGBT del Medio Oriente. In città c'è una grande offerta di vita notturna, cosa che la rende particolarmente attraente per i viaggiatori.

In Israele, diritti dei gay sono stati legalmente riconosciuti ed è l'unico paese del Medio Oriente che riconosce i partner domestici gay, consente l'adozione di bambini e riconosce persino i matrimoni gay contratti all'estero.

La parata del Pride di Tel Aviv riunisce circa 200.000 persone all'anno. Qui si terranno vari eventi, feste e concorsi, come il Signorina trans, il cui premio per il vincitore è di $ 15.000 e un'operazione estetica, tra gli altri.

8. Stati Uniti

Diverse città negli Stati Uniti sono diventate capitali mondiali del turismo gay. Tra questi, segnaliamo San Francisco, in particolare il famoso quartiere Castro o Valle di Eureka, considerata da molti la città più allegra del mondo.

Inoltre, ci sono diversi Stati che sono favorevoli alle coppie omosessuali che hanno un figlio attraverso il maternità surrogata, un trattamento di riproduzione assistita erroneamente noto come pancia di affitto. Sono tante le coppie spagnole e quelle di altre nazionalità che scelgono il turismo riproduttivo negli Stati Uniti per essere genitori.

Se vuoi saperne di più su questo trattamento, ti consigliamo di visitare l'articolo Maternità surrogata negli Stati Uniti.

California, Nevada, Texas, Arkansas, Illinois, Florida, Delaware, New Jersey e Utah sono alcuni dei più Gay-friendly di questo paese nordamericano. Inoltre, il matrimonio gay è riconosciuto dal governo federale e da tutti gli stati dal 2015.

7. Spagna

La Spagna ha due città stelle per il turismo gay: Barcellona y Madrid. Attualmente è uno dei paesi più accettati al mondo: l'88% della popolazione difende i diritti degli omosessuali. Il matrimonio gay è legale dal 2005.

Eventi come Europride Il 2007 o la marcia del Pride LGBT che si tiene ogni anno a Madrid, la capitale del paese, hanno reso questa città la destinazione principale per i turisti gay internazionali, con il quartiere di Chueca come principale punto di incontro. Inoltre, sarà la sede della WorldPride 2017

Per quanto riguarda Barcellona, ​​senza dubbio la città costiera di Sitges È la destinazione per eccellenza, con Cala de l'Home Mort come obiettivo principale. Lì troverai la prima discoteca LGBT in Spagna, così come le spiagge gay più importanti della Spagna, che siano nudiste o meno.

6. Australia

Senza dubbio, di più Gay-friendly de Australia è Sydney, dove si svolge uno dei più grandi eventi LGBT Pride al mondo: il Festa del Mardi Gras. La sua durata è di 3 settimane e si tiene dai festival cinematografici ai concerti.

Dal 1970, il riconoscimento dei diritti della comunità LGBT è aumentato tra i vari Stati e territori che compongono il Paese. Attualmente, l'Australia è inclusa nell'elenco dei paesi più tolleranti con persone appartenenti a questo gruppo.

5. Canadá

Il Canada ha permesso il matrimonio tra persone dello stesso sesso dal 2005 e, oggi, oltre l'80% della popolazione è favorevole all'omosessualità. Il Canada è stata la prima nazione nordamericana ad approvare i matrimoni gay in tutto il suo territorio.

Oggi i gay godono praticamente degli stessi diritti della popolazione eterosessuale: sottomettersi trattamenti di fertilità (per esempio. fecondazione in vitro), adottare un bambino, sii militare, ecc. In breve, il movimento gay è molto attivo in questo paese.

In Canada esiste una delle più grandi comunità gay del continente americano e, infatti, si svolge a Toronto una delle marce del Gay Pride più importanti al mondo. Quindi, puoi trovare un file buon ambiente e tolleranza verso la comunità LGBT di Toronto, Vancouver, Quebec e Montreal.

4. Germania

In Germania, l'omosessualità è accettata dall'87% della popolazione. Berlino, la capitale del paese, è la più Gay-friendly, con una lunga tradizione di intrattenimento gay nei quartieri di Schöneberg, Kreuzberg y Prenzlauer Berg risalente a diversi decenni.

In Germania è consentita l'adozione di bambini da parte di coppie omosessuali. Inoltre, dal 2017, anche il matrimonio tra persone dello stesso sesso è legale.

La Germania era il paese di origine del cosiddetto Movimento LGBT iniziato all'inizio del XX secolo. Gli inizi di questa sottocultura gay e lesbica, così come la storia LGBT tedesca, possono essere visti in Schwules museo, con sede a Berlino, che si concentra sulla diffusione della storia di questa comunità.

3. Islandia

L'Islanda è un altro paese europeo dove i turisti gay possono godere di una buona atmosfera LGBT durante le loro vacanze. Sebbene non sia una destinazione convenzionale, se quello che vorresti è goderti fenomeni come l'aurora boreale o fare il bagno in un piscina termale naturale, Reykjavik è la tua destinazione.

La capitale islandese è stata una delle prime al mondo a celebrare il Il giorno del Gay Pride con stile. Inoltre: Jóhanna Sigurðardóttir, ex capo del governo, è stata la prima al mondo a dichiarare pubblicamente la sua omosessualità.

Dal giugno 2010, il matrimonio gay è consentito in Islanda e, in generale, l'omosessualità è ampiamente accettata e normalizzata. La festa di Gay Pride di Reykjavik Si celebra all'inizio di agosto e di solito raccoglie in media 50.000 persone.

2. Dinamarca

Nel 1998, la Danimarca è diventata il primo paese in Europa e nel mondo a riconoscere le unioni dello stesso sesso. Copenaghen, oltre alla sua capitale, è una delle principali destinazioni del turismo gay in Europa.

C'è uno dei bar gay più antichi del continente: il Centralhjornet, aperto dal 1950. Il quartiere di Vesterbro è anche un importante punto di incontro per le persone appartenenti alla comunità gay.

A Copenaghen puoi trovare un'offerta turistica molto ampia per il pubblico LGBT: gli hotel Gay-friendly, bar, ristoranti, eventi di ogni genere ... L'importanza che questo gruppo ha per questa città è tale che è stata intitolata la piazza accanto alla torre del Municipio Piazza arcobaleno nel 2014 in suo onore.

1. Paesi Bassi

L'Olanda è stato il primo paese in cui è stato legalizzato il matrimonio paritario e la sua capitale, Amsterdam, ha una delle marce LGBT Pride più massicce al mondo. L'atmosfera liberale della città può essere percepita in aree come:

  • Il lato posteriore
  • La tradizione del campeggio
  • Il lato oscuro
  • Il punto rosa
  • La fetta di vaniglia

Durante la celebrazione del Gay Pride, Amsterdam è popolarmente conosciuta come la «Capitale della felicità e dell'amore»E il suo obiettivo principale è promuovere la tolleranza nei confronti della comunità LGBT e incoraggiare i gay di tutto il mondo a mostrare in modo naturale il loro orientamento sessuale.

Uno dei motivi per cui la società olandese è ampiamente tollerante nei confronti dell'orientamento sessuale dei suoi cittadini, qualunque esso sia, è la sua eccellente sessualità e educazione riproduttiva.