I modi di salutare in Inghilterra sono influenzati da valori come cortesia, moderazione e intimità. Gli inglesi sono generalmente persone modeste e non abrasive il cui atteggiamento spesso riflette una profonda ammirazione per la loro cultura. Questi tratti si traducono in comportamenti riservati, compresi i modi di parlare.

Di seguito hai un indice con tutti i punti che tratteremo in questo articolo.

Quali sono i saluti più comuni?

In inglese, esiste una regola generale in base alla quale dobbiamo evitare di compiere passi falsi a cui chiamano passo falso. È un protocollo quando si tratta di saluto grazie al quale, se lo seguiamo, eviteremo situazioni compromettenti che potrebbero essere scortesi di fronte a un inglese o inglese.



In questo modo, tra gli inglesi il modo più tipico per salutarsi è semplice stretta di mano, sia quando si presenta che quando si saluta. Questo gesto è spesso utilizzato in tutti i tipi di contesti, dagli incontri sociali tra amici agli incontri di lavoro, il cui contesto è ovviamente molto più formale. È anche usato tra uomini e donne in modo intercambiabile. Sono impugnature morbide, non forti e strette come quelle che di solito danno gli spagnoli.

In contesti che richiedono più formalità, non sorprende che l'inglese si aspetti, quando si tratta di un saluto tra un uomo e una donna, che sia lei a fare il primo passo. Inoltre, è importante guardare negli occhi dell'altra persona mentre gli stringiamo la mano. Di solito, dicono in inglese Come si fa?, anche se se incontriamo qualcuno per la prima volta, è normale dirlo semplicemente Ciao io sono ... e il nostro nome.

Per dire addio, è comune in Londra dire un semplice Cin cin, che viene utilizzato anche come alternativa a Grazie per ringraziare, ad esempio, l'autista quando scendiamo dall'autobus.

Tra i giovani e gli adolescenti, è normale che ci chiamino subito per il nostro numero di pila, ma questo non deve essere preso come un segno di amicizia, ma come un modo semplice per rompere il ghiaccio. Questo è lo stesso in altri paesi europei tra i giovani, poiché di solito non sono situazioni che si verificano in contesti formali. Anche abbracciarsi è abbastanza frequente, a seconda del grado di fiducia tra amici.

D'altra parte, se interagiamo con una persona anziana, questo di solito cambia. Come in Spagna, ad esempio, si tende a parlare usted, nel Regno Unito sarà più opportuno rivolgersi al nostro interlocutore con il modulo mistero per gli uomini e Perdere per le donne seguito dal loro cognome. In contesti ancora più formali, potrebbero utilizzare i moduli Sir / Madam per rivolgersi a noi, qualcosa che dovremo usare anche noi.

Fai attenzione al linguaggio del corpo

Come abbiamo detto prima, gli inglesi non sono troppo vicini, quindi nei rapporti interpersonali usano sempre un certo distanza. Toccare il nostro interlocutore non avrà molto successo se parliamo in inglese o in inglese.

Spesso vengono chiamati coloro che toccano il braccio o la schiena dell'interlocutore quando parlano schiaffi indietro ed è un gesto che può mettere molto a disagio l'altra persona. Insomma, gli inglesi non tendono a manifestare il loro affetto in pubblico, ma preferiscono riservarlo a contesti più familiari e intimi.

Dato che agli inglesi piace mantenere le distanze e avere il proprio spazio durante una conversazione, in generale il nostro consiglio è di non avvicinarsi troppo al nostro interlocutore mentre parliamo con lui o lei. Inoltre, mostra interesse e guarda dritto negli occhi saranno gesti molto apprezzati.

Al contrario, fissa qualcuno se stiamo andando per strada o se siamo all'interno di un luogo, qualcosa che chiamano in inglese in piedi, è spesso considerato maleducato e, inoltre, tendono a rendersene conto frequentemente. Il nostro consiglio: discrezione prima di tutto.

Un gesto a cui dovrebbe essere prestata particolare attenzione è fare una "V" con l'indice e il medio separati, come se avessimo indicato il numero due. Sebbene sia considerato scortese solo se mostriamo l'esterno della nostra mano e non il palmo, la cultura inglese lo considera un gesto di disprezzo, autorità e persino derisione.

In inglese, questo gesto si chiama Arciere con arco lungo o pace invertita e risale al XV secolo, poiché è un gesto di arcieri che combatterono contro l'Inghilterra durante la Guerra dei Cent'anni. Secondo questa leggenda, i francesi, durante la battaglia di Agincourt, minacciarono gli arcieri inglesi di tagliare queste due dita, che erano quelle che usavano per sparare. Quando gli inglesi vinsero quella battaglia, si abituarono a fare questo gesto in segno di sfida.

Protocollo aziendale

Se, come abbiamo già accennato, il Regno Unito è per eccellenza il Paese della formalità e dell'educazione quando si interagisce con gli altri, il contesto aziendale non potrebbe essere un'eccezione, ma piuttosto un chiaro esempio di correzione proverbiale.



L'evoluzione del protocollo durante i negoziati in Inghilterra ha subito diversi cambiamenti nel corso dei secoli. Attualmente, il protocollo non è seguito rigorosamente come qualche decennio fa. Sebbene per molti questo sia un indicatore del fatto che la cultura inglese ha perso "classe", la verità è che semplicemente i modi di impegnarsi nelle relazioni d'affari si sono evoluti.

Quindi, in primo luogo, una delle etichette più sorprendenti è quella che ci dice di evitare il più possibile di indossare una cravatta a righe, poiché potrebbero interpretare che apparteniamo a qualcuno club o college, molto comune in tutto il paese.

Un valore che rimane pressoché intatto anche così è quello relativo alla parola data: normalmente le promesse tendono a prenderle per valore nominale e si aspettano che le mantenga. Pertanto, il nostro consiglio è di stare attenti a garantire l'accuratezza di quanto detto.

Gli inglesi negoziano secondo una regola non detta che chiamano attenuazione, la cui traduzione letterale in spagnolo è sottigliezza. In effetti, si tratta di negoziare che sia chiaro, ma sempre con alcune riserve, con "solo nel caso". E questo ha a che fare con ciò che abbiamo accennato in precedenza in relazione alle promesse. Gli inglesi sono buoni negoziatori, qualcosa noto come 'catarro britannico«, Cioè, il carattere apatico che di solito si osserva nel loro comportamento.

Come un modo per rompere il ghiaccio per salutarsi, dicono spesso Come si fa? seguito da una stretta di mano. Per gli inglesi, il tempo è molto prezioso e quindi il puntualità È un fattore molto importante, quindi ti consigliamo di non arrivare in ritardo a nessun incontro di lavoro. Allo stesso modo, fare battute o commenti umoristici non è molto ben visto in questo tipo di eventi, quindi il nostro consiglio è di lasciarli per contesti più informali.

Devi anche prestare particolare attenzione durante gli incontri di lavoro quando parliamo del Regno Unito stesso, in particolare devi essere molto consapevole che il paese ha due nazioni chiaramente differenziate: Scozia e Inghilterra. Agli scozzesi non piace essere chiamati Inglese e agli inglesi non piace essere chiamato scozzese, sebbene quest'ultimo caso tenda a verificarsi meno frequentemente del primo.

Come dire ciao e arrivederci per iscritto?

Quando uno straniero impara l'inglese, è molto comune trattare in modo esaustivo l'argomento di come scrivere lettere formali e informali. All'interno di un contesto turistico, può essere molto interessante conoscere a fondo questa parte del inglese britannico se la nostra prossima destinazione appartiene al Regno Unito, soprattutto se si tratta di un viaggio d'affari e perché stiamo cercando lavoro lì.

Come nel canale orale, anche nella scrittura tendono a farlo gli inglesi segnare le distanze, qualcosa che si vede nelle formule prototipiche che vengono solitamente utilizzate.

Che si tratti di inviare una lettera tradizionale o un'e-mail, i moduli non cambiano. Tuttavia, dobbiamo prestare particolare attenzione e sapere come differenziare quando si tratta di un contesto formale e quando è più informale, poiché le forme che useremo nell'uno o nell'altro saranno quelle che fanno la vera differenza. Quindi, in generale, se conosciamo il nome del destinatario, l'ideale sarebbe iniziare la lettera con a caro seguito dal tuo nome (es. Caro Thomas) e una virgola.

Se, d'altra parte, non conosciamo il suo nome, possiamo metterlo Gentile Signore / a o A chi può interessare, sebbene queste forme tendano ad essere un po 'più formali. In un contesto di bassa formalità, potremmo mettere un semplice Ciao o anche Buongiorno / pomeriggio / sera (a seconda che sia mattina, pomeriggio o fine giornata). Se il messaggio è indirizzato a più persone, possiamo sempre ricorrere al modulo Cari tutti.

Tuttavia, è vero che attualmente, dato che il mezzo più utilizzato in questi casi è il e-mail, le formalità eccessive stanno scomparendo poco a poco. Pertanto, è comune mettere il semplice Ciao di cui abbiamo parlato nel paragrafo precedente o anche la sua forma ridotta Hi, che sarebbe il più informale di tutti quelli menzionati. Ad esempio, tra le aziende situate nel Comune di Londra è normale iniziare le e-mail dicendo Ciao squadra o I saluti, Significato saluti.

Per salutarsi, da parte loro, non sempre usano i moduli Cordiali saluti (quando conosciamo il destinatario) o Distinti saluti (quando non conosciamo la loro identità), ma ci sono più modi per dire addio. Queste infatti non sono le forme più comunemente utilizzate e, se vengono utilizzate, è in contesti abbastanza formali.

Un addio formale e semplice allo stesso tempo è Saluti, molto comune oggi, seguito dal tuo nome completo nella riga successiva. Se la posta richiede un po 'meno di formalità, possiamo scegliere di farlo I migliori saluti, in modo da dare un tocco di calore alla nostra scrittura. In contesti informali, il più comune è terminare con un semplice Migliori, anche se il modo preferito a Londra è senza dubbio Cin cin.

Questo articolo è stato condiviso 27 volte. Abbiamo impiegato molte ore a raccogliere queste informazioni. Se ti è piaciuto condividilo, per favore: