Nel corso della storia, la povertà in Messico è aumentata. Attualmente ci sono più di 55 milioni di persone che vivono in povertà. Qui ne spieghiamo le cause e le conseguenze, nonché alcune possibili soluzioni.

Di seguito hai un indice con tutti i punti che tratteremo in questo articolo.

Indice degli articoli

Povertà in Messico: cause e possibili conseguenze

Statistica

L'organizzazione che genera le informazioni più oggettive sulla povertà in Messico è CONEVAL (Consiglio nazionale per la valutazione delle politiche di sviluppo sociale). I dati per le pubblicazioni che realizzano provengono da INEGI, l'Istituto Nazionale di Statistica e Geografia del Messico.



Per rappresentare l'indice di povertà, CONEVAL tiene conto dei seguenti fattori:

  • reddito
  • Educazione
  • Accesso ai servizi sanitari
  • Accesso alla sicurezza sociale
  • Accesso al cibo
  • Qualità e spazi della casa
  • Accesso ai servizi abitativi di base

Si tratta quindi di una povertà multidimensionale, in cui vengono presi in considerazione diversi aspetti della società.

Uno dei dati che risalta di più è che il 46,2% della popolazione vive al di sotto della soglia di povertà, che si traduce in 55,4 milioni di persone. Inoltre, il 9,5%, ovvero 11,4 milioni di abitanti, sopravvive in una situazione di costa estremo.

Negli ultimi 20 anni i senzatetto non sono diminuiti, ma hanno avuto la tendenza ad aumentare. Inoltre, negli ultimi 10 anni, sono apparse 9,8 milioni di persone in più che vivono al di sotto del soglia di povertà.

Povertà da entità federative

La Repubblica messicana ha un governo federale ed è divisa in 32 entità: 31 stati e Città del Messico. La povertà non è assoluta, ma in ogni territorio ha una percentuale molto diversa. Questa tabella mostra i dati sulla povertà per il 2014 in ogni stato:

Ente federaleporcentajeMigliaia di persone
Aguascalientes34,82,1
Baja California28,63,1
Baja California Sur30,33,9
Campeche43,611,1
Coahuila30,23,7
Colima34,33,4
Chiapas76,231,8
Chihuahua34,45,4
distretto federale28,41,7
Durango43,55,3
Guanajuato46,65,5
Guerrero65,224,5
Hidalgo54,312,3
Jalisco35,43,2
Messico49,67,2
Michoacán59,214,0
Morelos52,37,9
Nayarit40,58,5
Nuevo Leon20,41,3
Oaxaca66,828,3
Puebla64,516,2
Querétaro34,23,9
Quintana Roo35,97,0
San Luis Potosi49,19,5
Sinaloa39,45,3
Sonora29,43,3
Tabasco49,611,0
Tamaulipas37,94,3
Tlaxcala58,96,5
Veracruz58,017,2
Yucatan45,910,7
Zacatecas52,35,7

D'altra parte, gli stati con la più alta percentuale di costa estremo sono Chiapas con il 31,8%, Oaxaca con il 28,3% e Guerrero con il 24,5%. Queste cifre sono molto allarmanti, poiché tra le tre si sommano a un totale di 3,65 milioni delle persone che vivono in condizioni di estrema povertà.

Cause e conseguenze

Ce ne sono diversi cause che spiegano il livello di povertà che troviamo nel paese. Uno di questi è l'errata distribuzione della ricchezza, poiché l'1% della popolazione concentra il 39% della ricchezza nazionale. In questo modo, il Messico è una delle 25 nazioni con la più alta disuguaglianza al mondo.

Inoltre ci sono situazioni di corruzione, c'è una significativa mancanza di occupazione e buona parte dei posti di lavoro sono mal pagati, essendo nel 2015 il salario minimo di 1.801 pesos, che equivale a circa 90 dollari. La disoccupazione è di circa il 4%.

Queste situazioni portano a una crescita economica molto bassa, che, sommata a un aumento considerevole della popolazione (è aumentata di 2,6 milioni in due anni), giustifica le alte cifre di povertà nel paese.

Questo livello di scarsità comporta consecuencias Trascendentale per la popolazione, come problemi di salute e malnutrizione. Un milione e mezzo di bambini sotto i cinque anni soffrono di malnutrizione cronica.

Allo stesso modo, la ricerca di risorse innesca un aumento della prostituzione e della criminalità, nonché un aumento della tossicodipendenza. Anche la disgregazione familiare a causa di abbandoni, gravidanze adolescenziali e divorzi è comune.

Un altro effetto negativo è l'emigrazione, soprattutto negli Stati Uniti, per cercare di ottenere una migliore qualità della vita. Un numero significativo di queste migrazioni è considerato illegale, poiché attraversa il confine senza alcun documento ufficiale che lo consenta.



Tipi di povertà

Come abbiamo già indicato, l'indice di povertà analizzato in Messico è multidisciplinare, poiché comprende diversi fattori. Tuttavia, nel paese troviamo diversi tipi di povertà.

Uno dei difetti più notevoli è il povertà alimentare, l'incapacità di ottenere un paniere alimentare di base utilizzando tutto il reddito disponibile. Colpisce principalmente i bambini, poiché influisce gravemente sulla loro salute.

Dall'altro, troviamo la povertà sociale, poiché nel paese le persone a basso reddito vivono in una categoria sociale isolata dal resto della popolazione, il che accentua l'emarginazione e la difficoltà nel raggiungere una migliore qualità della vita.

Un altro tipo di carenza che si verifica anche in Messico è la povertà patrimoniale, poiché una parte della popolazione può coprire i propri bisogni primari ma non acquisire i minimi essenziali di alloggio, vestiario e trasporto. È legato alla povertà culturale, a causa della mancanza di istruzione.

La povertà rurale è più accentuata della povertà urbana (con eccezioni come Ciudad Juárez), poiché le piccole città sono scarsamente comunicate, hanno meno servizi e le opportunità di lavoro sono minori.

La carenza è legata anche al genere, poiché secondo diversi studi, nelle famiglie in cui le donne sono le principali fornitrici di reddito vi è un numero maggiore di persone a carico.

La povertà infantile È grave, poiché ne soffre circa il 52% dei bambini messicani. È il gruppo più vulnerabile, poiché il 20,9% dei giovani che vivono nelle zone rurali soffre di malnutrizione, percentuale che scende all'11,9% nelle aree urbane. Possiamo persino trovare bambini che lavorano nel paese.

Se vuoi acquisire maggiori informazioni sui tipi di deprivazione che esistono nel mondo, puoi leggere il nostro articolo a riguardo: Povertà nel mondo: definizione, cause e tipologie.

Soluzioni possibili

Nonostante sia il governo attraverso SEDESOL sia le grandi organizzazioni internazionali, tra cui la Banca Mondiale e il FMI (Fondo Monetario Internazionale), realizzino progetti per combattere la povertà in Messico, le misure finora realizzate sono insufficiente.

Queste sarebbero le possibili soluzioni per sradicare la fame e la povertà:

  • Maggiore investimento sociale
  • Migliora l'accesso ai servizi di base
  • Promuovere l'educazione
  • Garantire la salute a tutti i cittadini
  • Investire nelle zone rurali

Nonostante l'adozione di tutte queste misure, la totale eliminazione della povertà sarebbe impossibile senza i cambiamenti a livello internazionale causati dalla globalizzazione, come lo sfruttamento delle risorse naturali.

Né dobbiamo lasciare da parte la popolazione indigena, poiché è la più colpita dalla disuguaglianza e quella più isolata dai servizi e dagli aiuti.

Dobbiamo tener conto del lavoro che importanti ONG internazionali svolgono nel Paese, come l'UNICEF o la FAO (Food and Agriculture Organization delle Nazioni Unite).

Allo stesso modo, ci sono diverse organizzazioni senza scopo di lucro in Messico che lottano anche per ottenere una maggiore uguaglianza tra la popolazione. Un esempio di questi è il CEPAD (Centro per la giustizia per la pace e lo sviluppo).

Questo articolo è stato condiviso 124 volte. Abbiamo impiegato molte ore a raccogliere queste informazioni. Se ti è piaciuto condividilo, per favore: