Dall'Ottocento e dopo il passaggio di varie tipologie, Giappone continua con la stessa moneta: lo yen. Questo è composto da diverse monete e banconote che ti mostriamo di seguito. Inoltre, indichiamo qual è il suo tasso di cambio rispetto ad altre valute mondiali.

Di seguito hai un indice con tutti i punti che tratteremo in questo articolo.

Indice degli articoli

Lo yen giapponese: valore, curiosità e storia della valuta del Giappone

Storia

Nell'VIII secolo, gli imperatori giapponesi importarono il sistema monetario dalla Cina. Alcune delle monete coniate erano il Fuhon-Sen e il Wado kaichin, che è stato realizzato con rame. Rimasero fino al X secolo, quando la valuta fu eliminata come oggetto di pagamento.



Questo è tornato nel XNUMX ° secolo. Tuttavia, questa volta e fino alla s. XVI sono stati importati dalla Cina. Tra il XVII e il XIX secolo si sviluppò un sistema monetario trimetallico con monete d'oro, d'argento e di rame coniate Giappone.

Nel XNUMX ° secolo, gran parte dell'Asia utilizzava monete da dollaro spagnolo (il reale di un 8). Tuttavia, i giapponesi iniziarono a coniare una moneta d'argento, lo yen, adottata ufficialmente il 10 maggio 1871.

Da questo momento lo yen ha subito diverse fasi di svalutazione e il suo tasso di cambio è stato modificato in più occasioni. Sono stati utilizzati anche materiali diversi come ottone, nichel o argento.

Nel 1953 tutte le monete di meno di uno yen (il sen e il reno) furono invalidate, quindi non troviamo valuta divisionale in questo paese.

Valuta attuale

Il codice ISO di yen è PYN e il suo simbolo è ¥. La parola yen significa in giapponese oggetto rotondo.

Attualmente troviamo sei diverse monete: 1, 5, 10, 50, 100 e 500 yen. Quest'ultimo è il più giovane, da quando è stato creato nel 1982, mentre il più antico è quello di uno yen, che si conserva dal 1946.



Le monete più caratteristiche sono le monete da 5 e 50 yen, poiché hanno un buco al centro. Inoltre, la maggior parte dei modelli ha un disegno di una pianta o di un fiore sul davanti.

La moneta da 5 yen è considerata fortunata, quindi è normale che i giapponesi ne portino sempre una nella borsa o la lascino come offerta nei templi.

Per quanto riguarda le banconote odierne, hanno cominciato ad essere prodotte nel 2004 in sostituzione di quelle approvate nel 1984, che erano in corso falsificare in grandi quantità.

Ci sono 1.000, 2.000, 5.000 e 10.000 yen, e in loro compaiono personalità che si sono distinte nella storia del paese, come Ichiyō Higuchi, un romanziere del XIX secolo che troviamo su banconote da 5.000 yen. .

Tasso di cambio

Questo è l' equivalenza tra 100 yen e alcune delle valute più importanti del mondo:

  • 100,00 JPY = 0,86 euro (EUR)
  • 100,00 JPY = 17,11 pesos messicani (MXN)
  • 100,00 JPY = 2.609,80 pesos colombiani (COP)
  • JPY 100,00 = 0,92 dollari statunitensi (USD)
  • JPY 100,00 = 2,99 suole peruviane (PENNA)
  • 100,00 JPY = 595,89 pesos cileni (CLP)
  • JPY 100,00 = 6,74 Quetzal guatemaltechi (GTQ)
  • 100,00 JPY = 9,19 bolivar venezuelani (VEF)
  • 100,00 JPY = 14,04 pesos argentini (ARS)
  • JPY 100,00 = 0,72 sterline (GBP)

Vas SI A viaggio in giappone, devi cambiare i soldi. Puoi farlo in una qualsiasi delle case di cambio che si trovano nella maggior parte delle città, così come negli aeroporti. Inoltre, puoi prelevare yen direttamente presso qualsiasi bancomat.

D'altronde, anche se in passato era più difficile, oggi di solito non c'è problema a pagare con carta di credito nella maggior parte delle strutture turistiche come alberghi e ristoranti.

Questo articolo è stato condiviso 52 volte. Abbiamo impiegato molte ore a raccogliere queste informazioni. Se ti è piaciuto condividilo, per favore: