Sebbene alcune persone pensino che viaggiare durante la gravidanza sia un male, non deve essere pericoloso se si osservano alcune linee guida. Per fare ciò, ti informiamo sui vantaggi e sui rischi di ciascun mezzo di trasporto, nonché sulle destinazioni consigliate e su quelle che dovrebbero essere evitate.

Di seguito hai un indice con tutti i punti che tratteremo in questo articolo.

Mezzi di trasporto

Ci sono alcuni mezzi di trasporto in cui non è consigliabile che una donna incinta viaggi dopo una certa fase della gravidanza.



Piano

Se stai pensando di volare in aereo Durante la gravidanza, devi conoscere le condizioni della compagnia aerea con cui hai contratto il volo. Alcuni richiedono la presentazione di un certificato medico dalla 28a settimana e non ti permettono di salire a bordo se sei incinta da più di 36 settimane (32 se si tratta di una gravidanza multipla). Sono i seguenti:

Allo stesso modo, ce ne sono altri che, pur avendo linee guida simili, hanno alcune caratteristiche diverse dalle precedenti. I più importanti sono questi:

Aerolíneas Argentinas
Se vengono superate le 8 settimane di gestazione, il modulo deve essere allegato Trasporto di passeggeri in gravidanza di un certificato medico.
Aeroméxico
fino alla settimana 28, puoi volare con il Lettera di notifica al cliente. Dal 29 al 37 deve essere presentato anche un certificato medico rilasciato nei cinque giorni precedenti. Le donne incinte ad alto rischio o le persone di età superiore a 38 settimane non possono volare.
Air Berlin
è possibile fino a quattro settimane prima del parto e potrebbe essere richiesto un certificato di gravidanza o un certificato medico.
American Airlines
se la consegna avviene entro quattro settimane, è obbligatorio un certificato medico rilasciato nelle ultime 48 ore. Il limite è esteso fino a 7 giorni se si tratta di un volo interno di durata inferiore a cinque ore.
Avianca
Il certificato medico viene presentato dalla settimana 30 e deve risalire a un massimo di 10 giorni. Inoltre dovrà essere firmato un documento che esoneri la compagnia aerea da ogni responsabilità.
Binter
devi solo compilare il documento di Esclusione di responsabilità dalla 28a settimana di gravidanza.
easyJet
è consentito volare fino alla 35a o 32a settimana se si tratta di gravidanza multipla.
Iberia
È richiesta un'autorizzazione dalla settimana 28.
Interjet
Non ci sono restrizioni né chiedono un certificato.
KLM
Non consiglia di volare dopo la settimana 36.
LATAM (LAN)
Se lo richiedi con almeno 24 ore di anticipo, puoi contare su un servizio di massima assistenza. Un certificato deve essere consegnato a partire dalla settimana 28. Dopo la settimana 36, ​​una certificazione autorizzata dai medici LATAN deve essere ottenuta entro 48 ore prima del volo. Non puoi volare da 39.
Lufthansa
Si consiglia di portare un certificato medico dalla settimana 28. Si può volare fino alla settimana 36 (28 se si tratta di gestazione multipla).
Norwegian
le donne in gravidanza sono ammesse fino a 4 settimane prima del parto. Se si tratta di un volo di meno di quattro ore, puoi andare da 4 a 2 settimane prima del parto se hai un certificato medico.
TAP
Se viaggi dalla settimana 36 (32 in caso di gravidanza multipla), hai bisogno di un certificato medico.
svizzera
Puoi volare fino alla 36a settimana di gravidanza, 32 se multipla.
Volaris
dopo la settimana 28 è richiesto un certificato medico.

Il motivo principale per cui le compagnie aeree limitano il diritto di volare nelle ultime settimane di gravidanza è per evitare un parto a bordo. Indipendentemente dalle condizioni di ciascuna azienda, la IATA (International Association of Trasporto aereo) imposta il limite consigliato in settimane 36 gestazione, 32 per una gravidanza multipla.

Uno dei pochi rischi di volare incinta è la trombosi venosa se si rimane seduti troppo a lungo in uno spazio ristretto.

Per evitare ciò, si consiglia di scegliere un sedile con spazio, indossare calze a compressione e alzarsi qualche minuto ogni ora. Allo stesso modo, puoi anche prendere eparina purché tu abbia una prescrizione.

Per quanto riguarda le radiazioni, nonostante il fatto che in un aereo sia più alto che a terra per l'altezza che raggiunge, non esiste uno studio scientifico che giustifichi che questo possa danneggiare il feto.

Non ci sono problemi aggiuntivi anche in altri mezzi aerei come l'elicottero o la mongolfiera.

Barco

In generale, viaggiare su una barca o una crociera non è pericoloso per una donna incinta. Tuttavia, alcune aziende richiedono un certificato medico o limitano i viaggi da una determinata fase della gravidanza.

Nel caso della compagnia Naviera Armas possono salire a bordo le donne con una gravidanza fino a 36 settimane. Invece, la compagnia di navigazione Fred. Olsen Express non soddisfa alcun requisito specifico nel suo Condizioni generali di trasporto.

Il sintomo che si può soffrire di più è la nausea e le vertigini, che sono aumentate nelle donne in gravidanza. Tuttavia, più grande è la barca, più è stabile e quindi ci sono meno rischi.

Autobus e macchina

L'autobus è premuroso peggio mezzi di trasporto per donne in gravidanza. Tra le cause, troviamo che alcuni modelli non hanno il bagno. Inoltre, c'è pochissima mobilità ed è pericoloso camminarci sopra.

Se hai intenzione di andare in questo veicolo, è consigliabile scegliere un posto il più spazioso possibile e un percorso in cui vengano effettuate più soste nel caso in cui il viaggio sia lungo. Inoltre è inappropriato muoversi su una motocicletta, poiché i rischi sono maggiori.

D'altra parte, l'auto è un'opzione consigliata, poiché dà più libertà al viaggio. È importante fermarsi ogni due ore per sgranchirsi le gambe e camminare.

La fase peggiore da guidare è dopo 7 mesi di gravidanza, poiché non si ha la stessa mobilità. Inoltre, che tu guidi o meno, il cintura Va sempre posizionato sotto la pancia, come possiamo vedere in questa immagine:

Treno

A differenza dell'autobus, il treno è più consigliato durante il periodo di gestazione, poiché si ha maggiore libertà negli spostamenti: non c'è problema ad alzarsi e camminare e hanno i servizi igienici.

Allo stesso modo, il movimento del treno di solito non interessa le donne in gravidanza poiché è leggero, soprattutto nei modelli più moderni di treni ad alta velocità, come l'AVE (Spanish High Speed).

Tuttavia, quando si è in piedi, è necessario fare attenzione a possibili movimenti improvvisi. Questi sono più pericolosi in altri mezzi di trasporto come Metro, in cui è più sicuro e più comodo stare fermo.



Destinazioni

Non tutti i paesi sono consigliati se sei incinta, poiché è fondamentale garantire la salute sia della donna che del futuro bambino. Pertanto, quando si sceglie una determinata destinazione, è necessario tenere conto di questi fattori:

  • Rischio di malattia
  • Infrastrutture sanitarie
  • Qualità degli hotel e dei trasporti
  • Offerta turistica adatta alle donne in gravidanza

Il più sicuro

Tra le migliori destinazioni per viaggiare in gravidanza troviamo gli Stati Uniti, soprattutto la zona di NY. Gli Stati Uniti sono un paese con una salute avanzata e per il quale non è necessario prendere alcuna precauzione sanitaria.

La maggior parte di EuropaCome NorvegiaÈ anche una buona idea, poiché non ci sono malattie endemiche a rischio e la qualità dell'acqua e del cibo è generalmente buona.

Ci sono persino posti come Disneyland Paris che facilitano la visita alle donne incinte, perché se presentano un certificato medico, ricevono una speciale carta di accesso.

Il più pericoloso

Ci sono alcuni paesi da evitare se sei incinta. In primo luogo, quelle destinazioni in cui c'è il rischio di contrarre una malattia sono pericolose, come il Brasile o l'India.

Inoltre, ci sono alcuni Stati in cui il salute di solito non è ottimale, come Thailandia, Indonesia o Filippine. È più conveniente viaggiare in un luogo che abbia garanzie mediche.

D'altra parte, nelle zone situate ad un'altitudine di oltre 3.000 metri, il livello di ossigeno è inferiore, come accade in alcune parti del Perù. Nel caso di Machu Picchu, si trova a 2.430 metri sul livello del mare.

Inoltre, in generale, i viaggi lunghi non sono consigliabili, quindi, dalla Spagna, dovrebbero essere evitate destinazioni come Dubai, Cuba o Messico.

Raccomandazioni

Il Ministero spagnolo della salute, dei servizi sociali e dell'uguaglianza fornisce alcuni consigli alle donne incinte. Uno di questi è che il momento migliore per viaggiare durante la gravidanza è nel secondo trimestre di gravidanza.

In relazione a quanto sopra, il vaccino contro la febbre gialla è controindicato durante il primo trimestre di gravidanza. Anche il vaccino contro l'encefalite giapponese non è raccomandato in nessuna fase, a meno che il rischio di infezione non sia elevato.

Devono essere evitate le aree endemiche della malaria o dell'epatite B. Inoltre, durante il terzo trimestre, Epatite E è più grave, poiché il tasso di mortalità raggiunge il 20%.

Allo stesso modo è sconsigliato esporsi a lungo al sole, recarsi in zone con altitudine superiore ai 3.000 metri o in luoghi lontani dai centri sanitari.

Domande degli utenti

Perché viaggiare incinta è pericoloso?

Il viaggio non rappresenta un rischio durante la gravidanza fintanto che non presenta complicazioni e la donna gode di buona salute. Tuttavia, è importante seguire le raccomandazioni in questo articolo e il consiglio del medico.

Fino a che mese è sicuro viaggiare incinta?

Come abbiamo accennato prima, il momento migliore è il secondo trimestre, in quanto non c'è rischio di parto prematuro e non c'è disagio nei primi mesi. Pertanto, è meglio viaggiare fino a 6 mesi, intorno alla settimana 26.

È pericoloso viaggiare incinta di due gemelli?

Che si tratti di una gravidanza con gemelli, gemelli o qualsiasi altra cosa sia multipla, è considerata a maggior rischio di quella attuale. Tuttavia, non deve essere pericoloso fintanto che vengono seguite le raccomandazioni del medico.

Cosa succede se vado in travaglio su un aereo?

Come abbiamo indicato sopra, le compagnie aeree cercano di evitare questa situazione. Tuttavia, se si verifica, come regola generale, è richiesto l'aiuto di un medico specialista che è a bordo e gli assistenti di volo aiutano il più possibile.

Quale sarebbe la nazionalità del bambino se fosse nato su un aereo? E in acque internazionali?

È una domanda difficile, poiché ogni paese ha leggi diverse. In alcuni nascendo nel loro territorio acquisisci la nazionalità, ma in altri no. Per questo motivo, se un bambino nasce su un aereo, devono essere osservate le norme di nazionalità della compagnia aerea in cui è volato. Pertanto, non influisce sul fatto che la consegna avvenga in acque internazionali.

Questo articolo è stato condiviso 59 volte. Abbiamo impiegato molte ore a raccogliere queste informazioni. Se ti è piaciuto condividilo, per favore: