A Natale troviamo usanze molto diverse in tutto il mondo. È un momento in cui tutte le persone sorridono, un momento per festeggiare e festeggiare con i nostri cari. In questo articolo, vi mostriamo le principali celebrazioni natalizie sul nostro pianeta per continenti.

Di seguito hai un indice con tutti i punti che tratteremo in questo articolo.

Indice degli articoli

Natale nel mondo: principali usanze e tradizioni

Europa del Sud

En Spagna il tiro di partenza avviene il 22 dicembre, quando si svolge la Lotteria di Natale, a cui partecipa la maggioranza della popolazione. La vigilia e il Natale si festeggiano con la famiglia, e da qualche decennio si riceve Babbo Natale, che porta doni ai bambini.



Il 28 dicembre è la Giornata dei Santi Innocenti, in cui le persone fanno scherzi ai loro amici, familiari e colleghi. La notte del 5 gennaio si svolge una sfilata per ricevere i Re Magi, che portano doni anche ai bambini che si sono comportati bene, come vuole la tradizione.

A seconda della zona, in Spagna troviamo altre usanze. In Catalogna, viene creato il Caga Tió, un tronco che i bambini battono mentre cantano per far cadere i dolci. D'altra parte, una delle tradizioni galiziane più importanti è quella dell'Apalpador, un carbonaio delle montagne che porta doni il 24 e il 31 dicembre.

Babbo Natale visita anche i bambini di Francia. Inoltre, in questo paese due dei piatti principali sono i foie gras, a base di fegato d'anatra e il Buche de Noel, una torta a forma di tronco ricoperta di cioccolato.

In Provenza, una regione nel sud-est del paese, è tradizione che per celebrare il Natale vengano cucinati un totale di tredici dolci. Lo champagne è servito nei pasti in tutta la Francia.

Alla vigilia di Natale di Grecia i bambini cantano i kalandas, cioè i canti natalizi tipici greci. Non esiste un albero di Natale, ma modelli di barche a vela in legno. Chi porta i doni è San Basilio, il 1 gennaio. Il 6 gennaio si celebra il Battesimo di Gesù.

En l'Italia È l'8 dicembre, giorno dell'Immacolata Concezione, quando viene preparato il presepe, rappresentazione della nascita di Gesù realizzata con miniature. Il 5 gennaio arriva su una scopa la Befana, una vecchia che porta i dolci ai bambini buoni e il carbone a quelli cattivi.

Europa settentrionale

L'Avvento rappresenta il conto alla rovescia per la nascita di Gesù ed è molto importante in Germania. Ecco perché sono tipici i calendari dell'Avvento, in cui ogni giorno si apre una porticina dietro la quale c'è una tavoletta di cioccolato. Qui i bambini possono scrivere la lettera a Babbo Natale, San Nicola o Gesù Bambino.

Ci sono anche sette uffici postali ufficiali di Natale a cui i bambini inviano le loro lettere. Se li inviano prima del 15 dicembre, riceveranno una risposta.

En Austria Celebrano l'Avvento con una corona di quattro candele, che accendono una ad una ogni domenica. Il 4 dicembre si celebra Santa Barbara e il giorno successivo è il Giorno dei Krampus, l'aiutante di San Nicola che visita i bambini cattivi.

È il 6 dicembre quando arriva San Nicola con i dolci per i bambini che si sono comportati bene. La vigilia di Natale, viene posizionato l'albero di Natale e viene cantato il popolare canto natalizio "Silent Night".

En Bulgaria Il Natale viene celebrato sia il 25 che il 26 dicembre, poiché in epoca comunista le celebrazioni religiose erano vietate. La vigilia di Natale devono essere preparati 7, 9 o 11 piatti vegetariani e chi porta i doni il 25 è il cosiddetto "nonno dell'inverno".

Tuttavia, chiunque porti regali a Belgio È San Nicola, che arriva il 4 dicembre dalla Spagna con "Pedro el Negro". Entrambi fanno regali la notte del 5 ai bambini che sono stati buoni, mentre quelli che sono stati cattivi hanno dei rami nei loro panni.

En Danimarca tipico è il calendario delle candele. Questa candela ha 24 segni e ogni giorno viene accesa per bruciare fino al segno successivo. Da qui partono i francobolli natalizi più antichi del mondo, i cui proventi vengono utilizzati per scopi benefici. Anche la notte del 12 dicembre si festeggia Santa Lucia.

È stato messo il primo albero di Natale al mondo Inghilterra, anche l'origine delle cartoline di Natale. Un oggetto tipico è cracker, tubi attorcigliati che due persone tirano e che tengono dentro i regali. Il 26 dicembre si festeggia San Esteban o Boxing Day, giorno di donazioni ai più svantaggiati.

Babbo Natale vive a Rovaniemi, Finlandia. Qui puoi inviargli lettere e persino vederlo in webcam. In questo paese decorano gli alberi con bandiere di paesi diversi o con himmeli, alcuni cellulari geometrici. Il 13 dicembre si festeggia Santa Lucia.

Anche se fa molto freddo, dentro Irlanda celebrano queste feste facendo il bagno nel mare, una tradizione del mondo pagano. Per riscaldarsi, bevono un caldo whisky irlandese. Il 6 gennaio è il piccolo Natale o il Natale delle donne, un giorno in cui escono per divertirsi mentre gli uomini si occupano delle faccende domestiche.

Sudamerica

En ColombiaIl 7 dicembre si celebra la notte delle candele, in cui molte candele vengono accese davanti alle case. Inoltre, per nove giorni pregano e cantano canti natalizi intorno all'albero. Questo atto si chiama Las Novenas.

Quando arriva il Natale Argentina è estate, ecco perché i piatti freddi vengono solitamente cucinati come Tono Vitel, insalata di patate, uovo sodo e maionese. Molte tradizioni europee e nordamericane sono seguite in questo paese.

È anche estate Cile. Qui Babbo Natale è conosciuto come Viejito Pascuero, e arriva la vigilia di Natale, la data in cui tutta la famiglia si riunisce. Il piatto più tipico è il tacchino o il pollo arrosto accompagnato dal pane pasquale.

Babbo Natale è conosciuto in Brasile come Babbo Natale. In questo paese è consuetudine frequentare la Misa del Gallo, come in molti paesi dell'America Latina. D'altra parte, a Capodanno i fuochi d'artificio e la Fiesta de Yemanja, un'offerta per attirare la fortuna in onore della regina delle acque e della sirena del mare.

La musica è molto importante in VenezuelaPer questo motivo, i bonus e le feste di Natale non smettono di giocare. Una festa tipica è la Paradura del Niño, in cui un bambino che rappresenta Gesù viene fermato e portato in processione. Nella città di Barinas risaltano le luci natalizie.



En Cuba Il Natale è stato interrotto fino al 1998, ma alcune tradizioni sono persistite, come mangiare maiale arrosto e cucinare molti dolci. Partecipano anche alla Misa del Gallo la vigilia di Natale e seguono alcune tradizioni nordamericane.

America settentrionale e centrale

La prima festa che apre la strada al Natale Stati Uniti È il Giorno del Ringraziamento, che si svolge il quarto giovedì di novembre. Un'altra tradizione molto curiosa è quella di L'elfo sullo scaffale (l'elfo sullo scaffale), in cui un elfo è posto nelle case per vegliare sui bambini.

Nelle grandi città di questo paese, come NY, i negozi si sforzano di decorare le loro finestre o finestre con temi natalizi. Alcuni sono impressionanti.

En Canada hanno un'usanza molto pittoresca: quella del mummer, mimi che percorrono le strade facendo rumore con le campane. Se qualcuno indovina chi è, il mimo smette di suonare il campanello e riceve le caramelle come ricompensa.

Ci sono molte abitudini intorno a questa vacanza in Messico. Le Posadas sono molto importanti, in cui gli ospiti devono chiedere ai padroni di casa di entrare nella loro casa cantando versi. Hanno una storia per bambini con lo stesso nome, in modo che i bambini conoscano questa storia. Ci sono anche Las Pastorelas, che sono rappresentazioni teatrali.

Le piñata di argilla sono realizzate a forma di stella a sette punte e all'interno ci sono dei dolci. Nelle case è collocata la Natività, una rappresentazione con figure in ceramica della nascita di Gesù. Il 31 dicembre si tiene il cenone di Capodanno, in cui, come in Spagna, si mangiano dodici uve.

En Costarica la maggior parte delle famiglie partecipa alla Misa del Gallo la vigilia di Natale. A San José spicca la Fiesta del Zapote, dove vengono organizzati balli, bancarelle di cibo e le "Corridas a la tica", simili alle giovenche spagnole. Un piatto tipico di questo periodo è il tamale (carne di maiale avvolta in una foglia di banana).

Africa

Sudafrica riceve il Natale in estate, quindi le famiglie tendono ad andare in spiaggia e fare barbecue lì. Oltre al comune albero di Natale, in questo paese si fa l'albero di Natale sudafricano, fatto di fili e decorato con simboli africani.

En Nigeria Di solito vengono preparati diversi tipi di carne in grandi quantità accompagnati da bevande tipiche come il vino di palma. È un appuntamento in cui i membri della famiglia di solito si riuniscono e si scambiano regali.

Gli etiopi hanno un calendario diverso dalla maggior parte del mondo. Pertanto, in Etiopia Celebrano il Natale il 25 dicembre, che per il resto è il 7 gennaio. Il giorno dopo, celebrano una messa alle quattro del mattino in cui tutti sono vestiti di bianco.

Asia

La popolazione di Thailandia È per lo più buddista, quindi non esiste una tradizione natalizia e l'unica cosa che si può vedere sono le luci e le decorazioni nei centri commerciali. Celebrano il capodanno, dove di solito bevono e cantano al karaoke.

Nonostante il Natale sia una festa di origine cristiana in cui si celebra la nascita di Gesù, in molti paesi arabi la si celebra, per abitudine o per rispetto degli abitanti cristiani. Un esempio di questo è Pakistan.

Un altro esempio è Gerusalemme, dove avvengono grandi migrazioni di cristiani perché è un'area molto importante nella storia della religione. Anche le strade sono addobbate con luci e un albero di Natale.

Filippine È il paese che riceve questa festa con più entusiasmo ea settembre iniziano ad addobbare le strade. Una delle sue tradizioni è il Panunulyan, che rappresenta la ricerca di un alloggio di María e José: una famiglia chiama casa per casa chiedendo rifugio fino a quando non raggiungono la chiesa.

Tipica è anche la parol, una decorazione a forma di fiaccola che è posta sulle finestre delle case e simboleggia la stella che guidò i Re Magi al portale di Betlemme.

En CinaSebbene non sia una festa tradizionale, vengono addobbate le vetrine dei negozi, così come i grandi centri commerciali dove si suonano anche i canti natalizi. Questo è particolarmente vero a Hong Kong. La vigilia di Natale, la comunità cristiana tende a cenare fuori casa.

Il Natale non è considerato una vacanza in Giappone, poiché solo l'1% della popolazione è cristiana. Tuttavia, le persone di solito lo celebrano. Dal 1974, dopo il successo di una campagna pubblicitaria, le famiglie hanno adottato una strana usanza, quella di andare a cena la vigilia di Natale in uno dei ristoranti della catena KFC.

Oceania

En Australia È estate anche a Natale, quindi è tipico mangiare in spiaggia e fare attività all'aria aperta. Un'usanza sempre più diffusa in alcune città è quella di cantare canti natalizi a lume di candela la vigilia di Natale.

In alcuni quartieri i vicini competono tra loro per vedere chi arreda la loro casa nel modo più originale e per questo usano luci, decorazioni per la casa, ecc. Di solito iniziano a posizionare la decorazione presto, all'inizio di dicembre.

Il 26 dicembre, come in Inghilterra, si festeggia il Boxing Day, il giorno in cui danno la mancia ai commercianti con cui trattano durante il resto dell'anno, per ringraziarli del lavoro che svolgono.

Il pino non viene utilizzato NZ come un albero di Natale, ma il tipico pohutukawa, un albero di origine Maori da cui crescono bellissimi fiori rossi. Un piatto tipico di questa stagione è il tacchino arrosto con verdure e salsa.

In queste date abbondano anche i dolci, sia caldi che freddi. Uno dei più tipici è la pavlova, una torta a base di meringa croccante fuori e cremosa dentro.

Questo articolo è stato condiviso 192 volte. Abbiamo impiegato molte ore a raccogliere queste informazioni. Se ti è piaciuto condividilo, per favore: